Nuovi siti archeologici in Afghanistan

Nuovi siti archeologici in Afghanistan

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Decine di monumentali Stupa buddisti, che sabbia e montagne hanno salvato dalla furia dei tempi e dell'uomo. Moschee, monasteri, segni di fortificazioni a guardia di fiumi ormai prosciugati. E ancora templi millenari, cimiteri, profili di città testimoni di un passato vivissimo. Sono le sorprendenti nuove immagini dell'Afghanistan che dopo 30 anni di guerra pensa al futuro, ripartendo dalle risorse minerarie e dal patrimonio culturale, con il programma The Afghanistan Heritage and extractive Industries developement Initiative, che mette insieme Governo locale, Unesco e Banca mondiale e che vedrà l'Italia in prima linea nelle operazioni di tutela. Una vastissima operazione di archeologia preventiva (7 milioni di euro già spesi), che anche con il telerilevamento Nato ha indagato 16.200 chilometri quadrati in sei aree minerarie rivelando oltre 2.500 siti storico-archeologici, 900 dei quali sconosciuti. Tra le scoperte, segni dell'età del ferro ma anche tracce di scavi clandestini per il commercio illegale


© RIPRODUZIONE RISERVATA