Giovedì 05 Giugno 2014

Mose: Cantone, più grave dell' Expo

(ANSA) - ROMA, 5 GIU - "Quello che sta emergendo in questa vicenda è un sistema molto inquietante, ancora più di quello già grave venuto alla luce per Expo". Lo ha detto Raffaele Cantone, presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, riferendosi al caso Mose. Per Cantone "è innegabile che il sistema degli appalti deve essere ripensato" ma cambiare le regole non basta, occorre "discontinuità politica e culturale". Domani inizieranno gli interrogatori di garanzia per i 35 arrestati.

© riproduzione riservata