Miniero, risate sull'Italia multietnica

Miniero, risate sull'Italia multietnica

(ANSA) ROMA 5 DIC - L'idea era quella di mettere in scena un originale Natale multietnico in questa Italia a natalità zero. E così in 'Non c'è più religione' di Luca Miniero, in sala con 01 dal 7 dicembre con 600 copie, entra in scena un presepe vivente difficile da realizzare. Siamo a Porto Buio, una piccola isola del Mediterraneo, dove il dinamico sindaco Cecco (Claudio Bisio) ha un problema non da poco; non c'è il bambino che deve fare Gesù. Ad aiutare Cecco in questa impresa due amici di vecchia data: Bilal (Alessandro Gassmann), al secolo Marietto, italiano convertito all'Islam e guida dei tunisini, e Suor Marta (Angela Finocchiaro), che non ne vuole sapere di "profanare" la culla di Gesù. "L'idea del film nasce solo dall'attualità - dice Luca Miniero regista dei successi Benvenuti al Sud e Benvenuti al Nord-. Volevamo mostrare, con irriverenza comica, il casino e la confusione che c'è nel conflitto tra religiosità''.


© RIPRODUZIONE RISERVATA