(ANSA) - NEW DELHI, 17 NOV - Ashok Singhal, controversoleader nazionalista indiano fondatore del movimento 'VishwaHindu Parishad' (Consiglio mondiale indù), è morto oggi all'etàdi 89 anni in un ospedale vicino a New Delhi dove era statoricoverato per problemi respiratori. Fervente difensoredell'induismo di fronte alle presunte "continue aggressioni"dell'islamismo e del cristianesimo, Singhal capeggiò unmovimento che nel 1992 portò, fra gravi tensioni con imusulmani, alla distruzione di una moschea.