(ANSA) - MILANO, 5 MAG - La Corte d'appello di Milano hadichiarato discriminatorio e quindi illegittimo il comportamentodi una società di ricerca del personale che si è rifiutata diselezionare come hostess una ragazza italiana di originiegiziane "a causa della sua decisione di non togliere il velo".I giudici, che hanno ribaltato la sentenza di primo grado delTribunale di Lodi, hanno condannato la società a risarcire lagiovane.