Carofiglio e 'La regola dell'equilibrio'

Carofiglio e 'La regola dell'equilibrio'

(ANSA) - BARI, 12 NOV - Sono passati molti anni e l'avvocato Guerrieri "è cambiato molto". Una caratteristica, però, "resta immutata" nel tempo: "l'essere poco incline all'autogiustificazione". Gianrico Carofiglio parla così del suo ultimo libro, 'La regola dell'equilibrio' (Einaudi). A Bari e a Lecce è ambientato il romanzo che ruota intorno ad un magistrato corrotto, ma soprattutto intorno alla maniera in cui il tutore della giustizia "autoassolve la propria morale" dagli illeciti commessi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA