Venerdì 01 Febbraio 2013

Giovane bruciato vivo, due condanne

(ANSA) - CATANZARO, 1 FEB - E' stata confermata la condanna di primo grado a 30 anni di reclusione per Emanuele Caruso mentre per Pietro Mazzotta la pena è stata ridotta da 16 a 12 anni. E' questa la sentenza dei giudici della Corte d'assise d'appello di Catanzaro per 2 imputati responsabili dell'omicidio di Cristian Galati, il giovane picchiato e bruciato a Curinga la notte di capodanno del 2009. Il secondo processo d'appello si e' svolto dopo l'annullamento con rinvio deciso dalla Cassazione.

LE

© riproduzione riservata