Sabato 17 Agosto 2013

Va peggio del previsto

Giacomelli out un anno

Ecco il Sondrio 2013-2014 che ha iniziato il ritiro precampionato al campo di Sondalo

È finita ancora prima di iniziare la stagione di Mattia Giacomelli.

Ieri mattina, mentre i compagni di squadra hanno iniziato il ritiro sondalino, il centrocampista è stato operato al tendine d’achille della gamba sinistra dal medico sociale, il dottor Domenico Ligari. Impietoso il verdetto : si prospettano dai 9 ai 12 mesi prima del ritorno in campo, quindi salterà l’intera stagione 2013-2014.

«Mi spiace tantissimo- afferma, prima di iniziare l’allenamento mattutino sul campo sondalino, il tecnico, Paolo Bertani-. Giacomelli è un giocatore che mi è sempre piaciuto tantissimo. Vista la sua abilità nel rubare palla e proporsi, avevo pensato per lui un impiego dietro la punta centrale Della Cristina. Mentre Spaggiari e Martinelli agiranno molto larghi. Senza di lui sul mercato cercheremo un centrocampista di qualità e un fuoriquota come Giacomelli che giochi da mezzapunta. Abbiamo nel mirino un ragazzo che in questi giorni sta provando col Lecce. Non escludo che possa arrivare anche qualche ragazzo della zona, ma l’elemento di qualità da fuori è indispensabile».

Un fuoriquota che farebbe molto comodo è l’esterno della Tiranese Gilardi, ’92, che approderebbe molto volentieri alla corte di Bertani, ma il presidente giallorosso Oberti dopo aver perso tutti i big, non vuole privarsi anche della giovane stella.

Un altro giocatore molto gradito è il gigante del Grosio, Davide Rinaldi centrale di 1,95 cm di difesa o centrocampo, punto di forza della formazione allenata da Piergiacomo Cusini, e incedibile, a meno che sul piatto della bilancia il Sondrio possa inserire Massimiliano Fiorina che in Eccellenza non è più un fuoriquota e quindi rischia di avere poco spazio visto che la coppia centrale è formata da Colombo e Mattia Bertani soprattutto dopo che papà Bertani ha confermato l’impiego del figlio maggiore come difensore.

«Per me Mattia dà il meglio nel cuore della difesa e lo impiegherò lì. A centrocampo giocherà solo nel caso di estrema emergenza, ma di centrocampisti centrali ne ho tanti: Locatelli, Brandi, Roberto Bertolini, Valsecchi». Il tecnico ha chiarito anche il modulo che il Sondrio adotterà e probabilmente potremo ammirare già dalla partita amichevole contro il Poschiavo che si giocherà lunedì sera alle 20 a Sondalo: «Di solito gioco col 4-3-4 ma il col Sondrio, visto gli uomini che ho a disposizione giocherò col 4-2-3-1». Che, tradotto, potrebbe portare a questa formazione: Simone Bertani in porta, Mostacchi e Della Morte terzini, Colombo e Mattia Bertani come centrali di difesa. Davanti a loro la coppia di centrali Locatelli e Valsecchi. Dietro la punta (se gioca Bertani potrebbe essere il fuoriquota Trussoni, se invece gioca Chistolini che è un fuoriquota, in avanti spazio a Della Cristina), il trio Spaggiari, Roberto Bertolini (o Brandi) e Martinelli.

© riproduzione riservata