Domenica 01 Dicembre 2013

Una tegola sul Sondrio

Crea è infortunato

Simone Crea, capocannoniere del torneo di Eccellenza

Passa da Vimodrone la difesa del primato in classifica del Sondrio in Eccellenza. E non sarà facile, visto che, notizia proprio dell’ultima ora, mister Bertani dovrà rinunciare al capocannoniere del campionato Simone Crea, infortunatosi nell’ultimo allenamento. Al suo posto giocherà Trussoni , resta da vedere chi sarà il secondo fuoriquota del ’94 tra Valsecchi e Bruga.

Questo pomeriggio si gioca alle 14.30 in casa del Real Milano che proprio domenica scorsa ha interrotto, a sorpresa, perdendo in casa col fanalino di coda Villa d’Almè, una striscia di 5 successi consecutivi ed era stata indicata dal presidente Mostacchi come un’avversaria temibile anche per la lotta finale. Sulla carta è l’impegno più ostico per la formazione del capoluogo da qui al termine del girone di andata; poi seguiranno la seconda trasferta consecutiva, a Crema, e il congedo annuale dalla Castellina il 15 dicembre contro la Cisanese.

«Ma io non faccio alcuna differenza fra queste tre partita - afferma Massimiliano Fiorina, che domenica ha ritrovato il profumo dell’erba del campo di gioco per 90’interi-. Dando più importanza a un impegno piuttosto di un altro, si rischierebbe di prendere sottogamba una delle tre sfide. Per noi le partite sono tutte uguali e le vogliamo vincere tutte: è questo il nostro segreto. Non avessimo questa mentalità non saremmo in testa alla classifica». In un Sondrio che va al massimo, primo in classifica con due punti di vantaggio sul Ciserano, margine rimasto inalterato dopo la pazzesca rimonta effettuata domenica scorsa contro la Galbiatese, che aveva terminato il primo alla Castellina con due reti di vantaggio prima di subirne 3 in 8’ della ripresa, ora c’è anche un Max in campo.

Contro i lecchesi domenica scorsa Fiorina ha giocato la sua prima partita da titolare in questa stagione e questo pomeriggio potrebbe collezionare il secondo gettone consecutivo visto Martinelli è ancora squalificato e Bongio ha ripreso ad allenarsi ma non pare al meglio dopo l’ingessatura al braccio. I centrali della difesa sono contati e il posto al fianco dell’intoccabile Colombo è vacante e quindi anche Fiorina è uno dei pretendenti (l’altro potrebbe essere Mattia Bertani con l’inserimento in mezzo al campo di Locatelli). Sicuramente l’impatto con mister Bertani non è stato semplice per Fiorina che da fuoriquota, titolare inamovibile da quando è approdato al Sondrio, perdendo lo status di fuoriquota è diventato titolare della panchina fino all’esordio di domenica scorsa.

Nelle prime giornate il campo non l’ha mai visto e quella di domenica è la sua unica parta intera giocata, prima di allora solo qualche minuto per togliere la ruggine: « Se siamo primi in classifica è perché oltre ai tanti giocatori bravi arrivati è cambiata la mentalità, grazie a un tecnico che ha allenato in categorie superiori. Io dico ai compagni che hanno avuto ancora meno spazio di me di tenere duro perché il campionato è lungo e come dimostrano infortuni e squalifiche di questo periodo è davvero un attimo trovare spazio in squadra».

© riproduzione riservata