Un gol a freddo, poi subito il recupero
Ci ha pensato Alessandro De Respinis a togliere le castagne dal fuoco al Sondrio

Un gol a freddo, poi subito il recupero

Dopo essere passato in svantaggio il Sondrio ha il merito di cercare e ottenere il pareggio. Risultato importante che avvicina ulteriormente i biancazzurri al traguardo della salvezza diretta.

Il Sondrio compie un altro passo importante verso la salvezza grazie al pareggio di ieri in casa dello Scanzorosciate giunto con il punteggio di 1-1. Nonostante un buon approccio alla partita, al 4’ i biancazzurri valtellinesi vanno sotto di un gol: corner battuto dalla destra, il pallone passa e arriva a centro area, dove Giangaspero, di testa, lo indirizza alle spalle di Guerci. I ragazzi di mister Omar Nordi, però, non accusano assolutamente il colpo e vanno subito a caccia del pareggio: già al 5’ una conclusione in area di De Respinis viene smorzata con il braccio da un difensore prima della parata di Aiello, ma l’arbitro non ravvisa gli estremi del rigore.

Il Sondrio continua a spingere, lo stesso Aiello respinge di pugno un cross di Beltrame da sinistra, mentre una spizzata in area di D’Amuri non trova nessun compagno pronto alla deviazione vincente in rete. Al 24’, punizione dalla trequarti di Beltrame, Baggi salta senza colpire il pallone, ma disturba Aiello che non trattiene; Corno rinvia, ma colpisce De Respinis e sul rimpallo il pallone termina sul fondo. Al 28’ Ronzoni scambia con Beltrame e calcia dal limite, ma il rasoterra del capitano termina ampiamente a lato. Passano due minuti e Vono salta l’avversario in area sulla sinistra e crossa rasoterra a centro area, ma nessun compagno devia in rete. Al 37’ Beltrame crossa da sinistra, Baggi colpisce di testa, ma Paris lo contrasta e il pallone termina il corner senza che De Respinis, sul secondo palo, riesca a spingerlo in rete. Al 39’ punizione di Beltrame e a centro area Baggi tocca di testa, anticipando Mara, meglio piazzato e completamente libero dietro di lui. La porta dello Scanzorosciate sembra maledetta per i biancazzurri, ma al 40’ arriva il meritatissimo pareggio del Sondrio: ancora cross da sinistra di Beltrame, Paris anticipa D’Amuri, ma così facendo serve De Respinis che controlla e batte Aiello da distanza ravvicinata.

Nella ripresa, una volta raggiunto il pari, il Sondrio attacca con meno frequenza, ma si difende con ordine, rischiando solo due volte: al 6’ Aranotu va via a Baggi sulla destra e crossa rasoterra; corta respinta della difesa e dal limite Zambelli impegna Guerci alla difficile deviazione in angolo. Al 40’ sempre Guerci respinge in tuffo il tiro da fuori di Lamera.

Sull’altro fronte, il Sondrio all’11’ reclama un altro calcio di rigore per un presunto tocco di mano in scivolata di Rota sul tentativo di colpo di tacco di De Respinis su cross basso di Vono; al 23’ proprio i valtellinesi sfiorano invece il gol vittoria con De Respinis che su cross basso dal fondo di Beltrame (a sua volta imbeccato direttamente su rimessa laterale da Idrissi) può colpire a pochi passi da Aiello, ma manda il pallone alto sopra la traversa.

Da segnalare, infine, l’uscita dal campo di Ronzoni per crampi al 35’ della ripresa e il problema fisico accusato dopo un rinvio da Guerci, comunque rimasto in campo, sempre nel corso della ripresa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA