Tiene duro   il “Giro d’Italia Giovani”
Da sinistra, Alessandro Bonacina (Fci), Marco Selleri (Placci), Roberto Nigriello e Davide Cassani (ct azzurro)

Tiene duro

il “Giro d’Italia Giovani”

Ciclismo. Era in programma dal 4 giugno, slitterà ma gli organizzatori ora pensano a una nuova data a fine estate. Attesa per le tappe lecchesi-sondriesi: la Colico-Colico, Lecco-Valsassina-Monte Spluga e Aprica-Mortirolo-Aprica

Rinviato il Giro d’Italia Giovani. Nella completa riorganizzazione del calendario ciclistico internazionale, dopo le recenti direttive degli organismi sportivi, e in collaborazione con gli organi del Governo che presiedono il riavvio delle attività sportive, la nuova data del Giro d’Italia Giovani (Under 23) verrà fissata e comunicata nelle prossime settimane. La Nuova Ciclistica Placci 2013 e Communication Clinic, confermano la propria volontà di inserire nuovamente in calendario il Giro d’Italia Giovani nell’anno 2020, una volta superata l’emergenza sanitaria.

La competizione, che sarebbe dovuta scattare il 4 giugno a Urbino, propone anche due tappe lecchesi e una sondriese. Quella inizialmente in calendario per venerdì 12 giugno, la Colico-Colico (159 km), con l’intera sponda orientale del ramo lecchese del lago (fino a Lecco), per poi girare verso Bellagio e fare tutta la sponda occidentale; e il giorno dopo, sabato 13 giugno, con partenza da Lecco (tutta la Valsassina, per scendere a Bellano e proseguire verso Colico) e arrivo a Monte Spluga; e ancora, domenica 14 giugno con partenza e arrivo all’Aprica con la doppia scalata del Mortirolo.

Tutti i dettagli sulle nuove ipotesi di date e altre foto, nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” e “La Provincia di Sondrio” in edicola domenica 19 aprile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA