Sul podio alla Vuelta  Bagioli terzo di tappa  in una stagione al top
Uno dei tanti podi a cui ci ha abituato Andrea Bagioli: qui alla Coppi Bartali (Foto by archivio)

Sul podio alla Vuelta

Bagioli terzo di tappa

in una stagione al top

Il ventunenne di Lanzada protagonista. La giornata ha rivoluzionato la classifica. Un risultato che conferma la crescita di Andrea

Andrea Bagioli terzo nella tappa di ieri alla Vuelta. Lo sloveno Primoz Roglic (Jumbo Visma) si è ripreso la maglia rossa di leader della Vuelta aggiudicandosi ieri la decima tappa.

Ma negli ultimi tre mesi negli ordini di arrivo delle corse che si sono succedute in tutta Europa, nonostante un’emergenza che pare non avere fine, accanto a quello dello sloveno sempre più spesso abbiamo letto il nome di Andrea Bagioli, il ventunenne di Lanzada già vincitore di due corse quest’anno e in assoluto protagonista di una stagione superiore anche alle più rosee attese.

Ieri sul traguardo di Suances Bagioli tenuto alto i colori azzurri centrando la terza posizione. Un piazzamento che era nell’aria considerando il buon momento di condizione attraversato dal campioncino valtellinese che nei primi dieci giorni di Vuelta spesso aveva finito tra i migliori o subito a ridosso senza accusare distacchi importanti. Nella tappa di ieri che si è conclusa a Suances, Roglic ha festeggiato la sua terza vittoria in questa edizione della corsa a tappe spagnola al termine dello sprint sullo strappo finale in leggera salita, dove ha preceduto l’austriaco Felix Grosschartner (Bora-Hansgrohe) e l’ottimo Bagioli (Deceuninck Quick Step), salito sul podio di giornata.

Roglic, avendo guadagnato dieci secondi di abbuono destinati al vincitore e tre grazie ad un buco sull’ex leader Richard Carapaz (Ineos) è tornato leader della classifica generale. Una frazione caratterizzata da un tentativo di quattro atleti, il belga Brent Van Moer (Lotto Soudal), lo spagnolo Jonathan Lastra (Caja Rural Seguros) e gli olandesi Pim Ligthart (Total Direct Energie) e Alex Molenaar (Burgos BH) neutralizzata dal gruppo dei migliori a una quindicina di chilometri dalla conclusione.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA