Sondrio, la sconfitta  arriva su rigore
Buona la partita di Mara, ma pesa il gol sbagliato nel primo tempo

Sondrio, la sconfitta
arriva su rigore

Biancazzurri battuti per 1-0 sul campo del Legnano: inutili i tentativi sul finale per arrivare al pareggio. Fatale un tocco di mano di Idrissi. Gli uomini di mister Nordi non hanno sfigurato contro avversari quotati.

Il Sondrio tiene testa al Legnano, ma viene condannato alla sconfitta da un rigore trasformato da Cocuzza, capocannoniere del girone B a metà ripresa. L’episodio decisivo arriva al 18’ del secondo tempo: azione sulla destra di Rinaldi che serve in verticale Cocuzza; l’attaccante lascia partire un tiro-cross che attraversa tutto lo specchio della porta e trova, sul lato sinistro dell’attacco, Borghi. Il terzino dei lilla è bravo a pescare con un passaggio arretrato Perez, che calcia da centro area e trova la deviazione con il braccio di Jamal Idrissi. L’arbitro concede il calcio di rigore e dal dischetto Cocuzza spiazza Finamore siglando il gol da tre punti per i padroni di casa.

La sconfitta maturata allo stadio “Mari” di Legnano penalizza un Sondrio che, come detto, ha tenuto testa ai quotati avversari e, specie nel primo tempo, avrebbe potuto sfruttare meglio alcune chance per sbloccare il risultato: in particolare, al 31’ capitan Mara ha potuto colpire di testa nell’area avversaria a pochi passi da Ragone su una punizione battuta dal lato destro dell’attacco da Panatti, ma ha mandato il pallone alto sopra la traversa.

In precedenza, Fognini aveva mandato a lato, sempre di testa, sugli sviluppi di un corner, mentre Jamal Idrissi non era riuscito a coordinarsi per la conclusione dopo un triangolo al limite con D’Amuri. Al 33’ lo stesso attaccante biancazzurro non è riuscito ad arrivare su un buon cross dalla sinistra di Austoni. In tutto il primo tempo, invece, il Legnano si è segnalato solo per un paio di verticalizzazioni fuori misura per Gasparri, un cross insidioso da sinistra di Borghi, ben respinto da Boni e una conclusione dalla distanza di Ricozzi bloccata con sicurezza da Finamore.

Nella ripresa, invece, i padroni di casa sono tornati in campo più decisi e hanno sfiorato il vantaggio già al 1’: azione di Gasparri sulla sinistra e palla in area per Cocuzza che tocca da distanza ravvicinata costringendo Finamore alla respinta in tuffo; sulla ribattuta Di Lauri anticipa Perez, prima che la conclusione di Rinaldi venga deviata in corner da un difensore. Al 7’, bella punizione di Ricozzi con il pallone che termina a lato di un soffio.

Dopo il decisivo episodio del rigore, invece, il Sondrio prova a reagire pur non creando vere chance per pervenire al pareggio: con il passare dei minuti i biancazzurri valtellinesi concedono maggiori spazi agli avversari che, così, nel finale, sfiorano in un paio di occasioni il 2-0 in contropiede. Al 44’ Pavesi allarga sulla destra per Gasparri che entra in area e lascia partire una conclusione respinta da Finamore, con Mara che poi libera definitivamente l’area; al 49’, invece, lo stesso Pavesi parte palla al piede in azione personale, si incunea nell’area del Sondrio fa due avversari, ma poi, in precario equilibrio davanti a Finamore spara il pallone abbondantemente alto sopra la traversa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA