Sondrio calcio avanti tutta: sale già in vetta

Il gol di De Respinis al 15’ della ripresa stende il Bolzano e regala ai biancazzurri il secondo successo di fila. I sette punti messi nel carniere dopo tre giornate di campionato valgono il temporaneo vertice della graduatoria.

Sondrio calcio avanti tutta: sale già in vetta
Alessandro De Respinis esulta: il suo calcio di rigore ha regalato altri tre punti al Sondrio
(Foto di foto Gianatti)

Continua l’ottimo avvio di stagione del Sondrio: i biancazzurri valtellinesi battono di misura la Virtus Bolzano e con sette punti in tre partite si regalano un pomeriggio da capolista (insieme a Tritium, Scanzorosciate e Folgore Caratese) in attesa delle gare disputate nella serata di mercoledì.

Mister Omar Nordi conferma lo schieramento tattico del match di sabato contro il Villa Valle con l’unica novità rappresentata da Drovetti che prende il posto di Damo. La Virtus Bolzano, ancora ferma a zero punti, inizia il match con un buon piglio, controlla il possesso palla, ma non riesce a impensierire Guerci. La più grande occasione del primo tempo è allora per il Sondrio, al 16’: cross basso dalla sinistra, De Respinis viene anticipato da un difensore all’altezza del primo palo, ma il pallone arriva ad Austoni che in area trova spazio e calcia, chiamando Weis alla respinta di pugno.

Sull’altro fronte, i pericoli maggiori per il Sondrio arrivano nel finale di primo tempo: al 37’ sugli sviluppi di un corner, Linton svetta in area piccola, ma manda il pallone a lato. Al 44’, dopo una bella azione di Cremonini sulla destra e una corta respinta della difesa, Forti può calciare dall’interno dell’area, ma Guerci blocca il pallone a terra.

Nella ripresa, la partita si “infiamma” al 12’: prima Guerci è attento e para con sicurezza la punizione dai 20 metri calciata da Kier, poi, sul ribaltamento di fronte, D’Amuri va via a Linton che lo trattiene in area. È calcio di rigore: sul dischetto si presenta De Respinis che spiazza con freddezza Weis e sigla così il suo terzo gol in campionato. La Virtus Bolzano accusa il colpo e il Sondrio sfiora in più occasioni il raddoppio: al 19’ Boni lancia D’Amuri che entra in area, accentrandosi, e poi calcia, ma un difensore respinge; al 29’, De Respinis in verticale per Yacoub che, in area, crossa basso per lo stesso bomber biancazzurro che, di prima, colpisce il palo. Infine, al 40’ D’Amuri sulla sinistra salta l’uomo con un “sombrero” e poi entra in area e calcia con Weis che si salva di piede. La Virtus Bolzano, a sua volta, ci prova, ma la difesa del Sondrio non concede nulla agli attacchi altoatesini.

Al 94’ momento concitato sulla panchina del Sondrio, con il cambio Yacoub-Jamal Idrissi prima “chiamato” e poi annullato all’ultimo istante: ne fa le spese mister Omar Nordi, espulso dall’arbitro Negrelli, che, pochi istanti dopo, mostra il cartellino rosso anche al preparatore atletico Pietro “Micio” Gatti, reo di aver protestato vivacemente per l’allontanamento del tecnico piemontese. Questo episodio fa incrementare il recupero fino agli otto minuti, ma il risultato non cambia più: il Sondrio vince 1-0 e si gode le zone altissime della classifica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA