Sondrio, approdo difficile. Brusaporto è un’incognita
Mister Omar Nordi punta in alto: il suo Sondrio non si accontenta

Sondrio, approdo difficile. Brusaporto è un’incognita

Biancazzurri reduci da quattro vittorie consecutive. Serve un successo esterno per allungare il filotto di risultati utili

Domani nella sesta giornata d’andata il Sondrio andrà a far visita al Brusaporto: i biancazzurri valtellinesi dovranno fare i conti con l’ostica formazione bergamasca per continuare la loro striscia positiva in campionato, ma, in un certo senso, a livello statistico giocheranno anche “contro sé stessi”.

I ragazzi di mister Omar Nordi, infatti, hanno vinto le ultime quattro partite disputate in campionato e hanno una striscia aperta, considerando anche il pari casalingo con il Dro Alto Garda, di cinque risultati utili consecutivi. Nella passata stagione il Sondrio si era fermato proprio a quota cinque sia per quanto riguarda le vittorie consecutive sia per ciò che concerne le partite senza sconfitte: un risultato positivo sul campo del Brusaporto, dunque, permetterebbe ai biancazzurri di battere loro stessi e arrivare a sei risultati positivi consecutivi; un successo, poi, consentirebbe loro di eguagliare la striscia di vittorie di fila inanellata nella passata stagione dalla quarta all’ottava giornata d’andata.

L’anno scorso il Sondrio, dopo essere stato sconfitto in casa del Rezzato con il punteggio di 1-0, iniziò la sua striscia positiva con la vittoria in trasferta sul campo del Caravaggio, determinata dal gol di Riccardo Vono. La settimana successiva, invece, fu Alessandro De Respinis il match winner della gara casalinga contro il Seregno con il bomber milanese autore di una doppietta.

A Villafranca Veronese, contro i padroni di casa in un match valido per la sesta giornata fu un colpo di testa di Luca Fognini nel secondo tempo a dare il successo al Sondrio che poi inanellò, questa volta alla Castellina, altri due 1-0, il primo contro il Darfo Boario con gol di Nicola Antonucci e il secondo contro la Caronnese, firmato da un rigore trasformato da Paolo Beltrame. Cinque successi, dunque, con cinque marcatori diversi e mantenendo inviolata la propria porta, elemento che rese il Sondrio la miglior difesa d’Italia nei campionati dalla serie A alla serie D.

In questa stagione la striscia di successi consecutivi della formazione di mister Omar Nordi, porta invece la firma decisa di Alessandro De Respinis, autore di sei dei sette gol del Sondrio nelle gare in questione: il capocannoniere del girone B ha messo infatti a segno una doppietta sia nel 3-0 sul campo del Villa Valle (rete del momentaneo 1-0 di Luca Di Lauri) sia nella vittoria per 2-1in casa dell’Arconatese ed è andato a segno anche nei due 1-0 casalinghi contro Virtus Bolzano e Virtus Ciserano Bergamo.

Ai quattro successi appena descritti si aggiunge, come detto, l’1-1 all’esordio contro il Dro, grazie al gol su punizione di Luca Di Lauri: ora è in arrivo la sfida la Brusaporto e capitan Cesare Ambrosini e compagni scenderanno in campo con l’opportunità di eguagliare e migliorare loro stessi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA