Se la ginnastica incontra la poesia
Palascieghi gremito ed esibizioni di alto livello in pedana: il saggio di fine anno è sempre più un avvenimento (Foto by foto Gianatti)

Se la ginnastica incontra la poesia

Palascieghi gremito per la consueta vetrina che chiude la stagione degli allenamenti e delle gare

Un Gala che può essere definito speciale, quello che si è svolto giovedì sera in un Palascieghi gremito come il solito in una serata dalle temperature gradevoli.

Davanti al presidente Ivan Munarini e al suo vice Vittorio Pastori, con, in veste di speaker, Beppe Viola, allieve e allievi della Nuova Sondrio Sportiva, infatti, hanno dato vita a “La ginnastica è poesia”, quindici esecuzioni coreografiche che hanno tratto ispirazione dai temi e dai sentimenti espressi nei loro versi da molti poeti, del passato e del presente.

Lo spettacolo, sicuramente attraente anche per l’attento aspetto scenografico (luci, colori e musiche di accompagnamento) ha avuto inizio con un’“entrata”, una specie di brevissimo sunto di movimenti ginnici, in cui si è esibito anche Tommaso Comi, per anni seguito dall’istruttore Adamo Civera e che ora sta cercando l’ingresso nell’agone nazionale. Al termine delle varie esecuzioni, convinti applausi ai ginnasti (non bisogna dimenticare che ora, alla stragrande maggioranza femminile, si è affiancato un bel gruppetto di maschi).

Tutti i dettagli e le foto della serata sulla Provincia in edicola l’11 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA