Royal Bernard Drôme Classic  Andrea Bagioli, sua la firma
Dalla Coppi e Bartali alla Royal Bernard Drôme Classic: cambia il palcoscenico ma a vincere è ancora Andrea

Royal Bernard Drôme Classic

Andrea Bagioli, sua la firma

Ciclismo. Il ventunenne di Lanzada mette a segno un altro colpo di valore. L’attacco decisivo sul Mur d’Eurre e l’azzurro arriva primo in solitaria

Con un numero dei suoi, il ventunenne di Lanzada Andrea Bagioli (Deceuninck-Quick-Step) ha vinto ieri la Royal Bernard Drôme Classic, che ha chiuso la due giorni di corse francesi dedicate al ciclismo su strada tra i professionisti.

L’attacco vincente di Bagioli è arrivato sull’ultima difficoltà di giornata, il Mur d’Eurre. Fatto subito il vuoto dietro a sé l’azzurro ha tagliato il traguardo di Eurre dopo 176,9 chilometri di corsa in perfetta solitaria. Alle sue spalle si sono piazzati nell’ordine Daryl Impey (Israel Start-Up Nation) e il suo compagno di squadra Mikkel Honoré che ha completato in maniera fantastica il week-end della Deceuninck Quick Step che già sabato aveva potuto annoverare la vittoria del comasco Davide Ballerini in un’altra gara dei professionisti in Belgio.

Per Bagioli si tratta del primo successo stagionale, lo scorso anno aveva già primeggiato in una tappa alla Settimana Coppi e Bartali e prima in una al Tour de l’Ain.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola lunedì 1 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA