Rosetta Skyrace, cavalcata a fil di cielo
Denisa Dragomir sul traguardo foto (Foto by Davide Ferrari)

Rosetta Skyrace, cavalcata a fil di cielo

Corsa in montagna: lo svizzero Egli e la rumena Dragomir tra le donne si sono imposti nella gara a Rasura. Ai nastri di partenza 415 atleti provenienti da diverse nazioni. In campo femminile bronzo per la Rossi.

Lo svizzero Pascal Egli al maschile, la rumena Denisa Dragomir nella gara in rosa. Valetudo Skyrunning pigliatutto sull’inedito e spettacolare tracciato orobico della nona International Rosetta Skyrace. 415 corridori del cielo provenienti da Italia, Svizzera, Spagna e Romania per un nuovo strepitoso record di iscrizioni. 415 eroi che si sono sfidati nella finalissima del prestigioso circuito La Sportiva Mountain Running Cup.

Una cavalcata a fil di cielo mozzafiato (22km e 400m di sviluppo con 1740m di salita e altrettanti di discesa) ha degnamente calato il sipario sul challenge delle sky più belle d’Italia: Trentapassi Skyrace, ResegUp, Stava Mountain Race e Giir di Mont. A spuntarla nel ranking finale di circuito ancora Valetudo con Ionut Zinca e Denisa Dragomir. Pronti via e già sulle prime rampe che portavano verso il rifugio della Corte lo svizzero Egli ha messo le cose in chiaro: a Rasura si sarebbe corso solo per la piazza d’onore. Stesso scena al femminile con Dragomir subito a imporre la “legge della più forte”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA