Venerdì 11 Ottobre 2013

Pesanti insulti razzisti

Chiavennese sanzionata

Il campo deserto. Per la prossima partita i ragazzi della Chiavennese non avranno il sostegno del pubblico

Le brutte abitudini del calcio professionistico e dei suoi tifosi approdano, purtroppo, anche nel calcio dilettantistico della provincia di Sondrio: la Chiavennese, infatti, sarà costretta a disputare una gara del campionato regionale Juniores di fascia B a porte chiuse dopo quanto accaduto nell’ultimo match disputato dalla formazione della Valle del Mera nella trasferta di Dolzago con l’Arcadia.

Stando a quanto riportato sul comunicato ufficiale della Figc Lombardia, infatti i sostenitori della Chiavennese avrebbero rivolto «frasi discriminatorie relativamente alla sua origine razziale» a un calciatore della squadra avversaria. Insulti razzisti, in parole povere. Da qui la decisione del giudice sportivo di punire la società con la disputa di una gara a porte chiuse. Proprio come accaduto in occasione della partita Juventus-Milan, con i rossoneri costretti a giocare il prossimo match senza il pubblico.

Che l’ultima partita della Chiavennese non sia stata proprio un esempio di sportività da tramandare ai posteri è dimostrato anche dagli altri provvedimenti del giudice sportivo che ha punito la società della Valle del Mera a pagare 100 euro di ammenda per offese dei tifosi nei confronti dell’arbitro e ha squalificato fino al prossimo 6 novembre il massaggiatore Zarucchi.

Brutto episodio anche nella categoria regionale Giovanissimi dove il dirigente del Sondrio Giorgio Muscetti è stato inibito fino al prossimo 30 ottobre per aver rincorso un calciatore avversario e averlo afferrato con la maglia accusandolo di aver colpito con un pugno un giocatore del Sondrio. Sempre tra i Giovanissimi il Sondrio dovrà pagare un’ammenda di 20 euro per non aver indicato il capitano in distinta e dovrà fare a meno di Mazza, squalificato per un turno. In Eccellenza stop di una giornata per Mattia Bertani (Sondrio); in Prima categoria 70 euro di ammenda al Morbegno e squalifica per una partita comminata ad Arcioni (Morbegno).

Tra gli Juniores tre giornate di squalifica per Ambrosioni (Talamonese Juniores), mentre il match di Coppa Lombardia di Terza categoria tra Dalmine 2012 e Chiavennese si disputerà il 17 ottobre alle 20.30.

In Seconda squalificati per una giornata Raffelli (Berbenno), Amonini (Pontese), Sem (Valmalenco), Ravasio e Dell’Oro (Galbiate), Gambetta (Talamonese), Valsecchi (Vercurago) e Manuel Zappa (Bormiese). In Terza stesso provvedimento nei confronti di Mattia Cusini (Livigno). Infine, nel campionato di serie C2 di calcio a 5 20 euro di ammenda alla Bormiese e partita vinta a tavolino per il Valtellina Futsal contro la Derviese, rea di aver schierato un giocatore squalificato.

© riproduzione riservata