Venerdì 29 Agosto 2014

Parterre de roi al Trofeo Kima

«L’edizione entrerà nella storia»

Torna il grande fascino e lo spettacolo della Grande Corsa sul Sentiero Roma in Valmasino

Chiusura iscrizioni con il botto per il “Kima dei record”, che questo fine settimana porterà sul sentiero Roma qualcosa come 233 skyrunner provenienti da 15 differenti nazioni.

Martedì sera alla segreteria dell’associazione no profit della Valmasino è arrivata infatti l’ultima importante adesione: quella del campione lecchese Nicola Golinelli.

Un nome, il suo, che farà sognare i numerosi appassionati lariani e non solo. Un nome che va ad arricchire la sfida stellare sui 52 chilometri e i sette valichi alpini (8400m di dislivello totale) di questa epica gara. «Siamo onorati della presenza di Nicola, di avere così tanti campioni ai nastri di partenza, soprattutto di aver raggiunto la cifra record di 233 concorrenti – sottolinea la presidente dell’associazione Kima Ilde Marchetti -. Mi fa piacere che il fascino senza eguali di questa competizione sia tornato a stregare i migliori corridori del cielo». «Viste le incoraggianti previsioni meteo, sarebbe il coronamento di un sogno tornare a vedere il pubblico degli anni d’oro - prosegue Marchetti -. Nelle ultime edizioni ce l’abbiamo messa tutta per far ritornare la Grande Corsa sul Sentiero Roma agli antichi fasti. Domenica avremo un cast di livello mai visto prima alla nostra gara».

«Vi invito a salire in quota, oppure anche solo a raggiungere il parterre del polifunzionale a Filorera per vivere in prima persona un’edizione che probabilmente entrerà nella storia del Kima e dello skyrunning».

Inserito nel calendario di World Series come prova di UltraSkyMarathon, il trofeo Kima 2014 si presenta con numeri e ottimo livello. Tanto dal proporsi come evento mediatico che richiamerà l’attenzione di testate giornalistiche, televisive, web nazionali e non solo. «Avremo atleti provenienti da quindici nazioni – incalza il presidente della International Skyrunning Federation Marino Giacometti -. Sui 52 mitici chilometri del Sentiero Roma vedremo cinesi, australiani, americani ed europei sfidarsi per un posto nell’albo d’oro. Tra loro, solo per citarne alcuni, ci saranno Kilian Jornet, Tom Owen, Ricky Lightfoot, Michelle Lanne, Fulvio Dapit, Nicola Golinelli, Manuel Merillas, Kesie Enman, Emelie Forsberg, Nuria Dominguez, Emanuela Brizio».

Tutto pronto quindi per una due giorni di sport, festa, montagna e solidarietà che comincerà sabato mattina alle 10 con la partenza del MiniKima da 16 chilometri, mentre 15’ più tardi spazio alla prova non agonistica da sei. «Sabato spazio al trailrunning con le due gare non federali. Domenica mattina alle 6.30 sarà la volta della prova di World Series – prosegue Ilde Marchetti -. Da non dimenticare la premiazione della guida emerita, una bella sorpresa nel pomeriggio di domenica e la partnership con la Onlus Cancro Primo Aiuto. Insieme a diverse altri “top event” del mandamento». «Il Trofeo Kima, infatti, sposa e sostiene il progetto 3S Bassa Valtellina (Sport, Sapori & Solidarietà a sostegno di Cancro Primo Aiuto)», conclude l’organizzatrice.

© riproduzione riservata