Venerdì 24 Ottobre 2014

Parte la Coppa del Mondo

La Valtellina cala il poker

Anche Nicole Agnelli al cancelletto di partenza di Soelden per l’avvio della Coppa del Mondo

Sono ben quattro – per trovare un numero così elevato bisogna risalire negli anni novanta – i valtellinesi in azzurro che si schiereranno al via nel gigante di apertura di Coppa del Mondo che, come accade da molti anni, si svolge sul ghiacciaio che sovrasta la località austriaca di Soelden.

Sono Irene Curtoni e la sorella Elena, Nicole Agnelli e Roberto Nani. La gara femminile è programmata per domani, quella dei maschi, come sempre, sarà effettuata nella giornata domenicale. Il prologo di Soelden sarà poi seguito da quattro settimane di pausa, prima che la stagione intensifichi i suoi appuntamenti.

Diverse le situazioni dei nostri rappresentanti, anche alla luce di quanto accaduto nella scorsa stagione. Per Irene Curtoni si tratta di un ritorno pieno all’agonismo, che le mancava da marzo del 2013, quando aveva dovuto chiudere in anticipo la stagione per l’insorgere dei problemi alla schiena le hanno, in pratica, fatto saltare tutta l’annata successiva e l’atteso appuntamento con le Olimpiadi di Sochi. Ha sostenuto tutta la preparazione, a parte un breve fermo per una piccola ferita a una gamba, ora deve ritrovare il ritmo di gara, quindi non le si chiedono già dei miracoli.

La sorella Elena, reduce dall’opaca stagione precedente – anche per lei si è infranto quel sogno olimpico cui, in buona forma, avrebbe potuto aspirare – è ancora alla ricerca della sua identità. Scontata la sua propensione per il superg – anche se i risultati, nell’ultima stagione, complici i postumi di un infortunio trascinati a lungo, non sono stati pari all’attesa – deve capire se le convenga maggiormente puntare anche al gigante, dove ha già dato qualche promettente segnale, piuttosto che sulla libera, dove stenta ancora a entrare fra le prime trenta. Per la prima volta, invece, affronterà questa competizione Nicole Agnelli, la grande sorpresa della scorsa stagione, in cui, grazie ai numerosi podi in Coppa Europa che le hanno fatto guadagnare il secondo posto nella graduatoria di gigante, la caspoggina si è guadagnata il posto fisso nel circuito maggiore. Già alla soglia delle prime trenta in graduatoria Fis, deve cercare di migliorare ancora i suoi numeri di partenza.

© riproduzione riservata