Padelli lascia Torino e passa all’Inter. In nerazzurro già da questa estate
Il portiere di Rogolo Daniele Padelli nel ritiro bormino del Torino

Padelli lascia Torino e passa all’Inter. In nerazzurro già da questa estate

Il portiere della Bassa Valle ha un accordo che lo porta a Milano per i prossimi due anni . In maglia granata non era più titolare e ora ritrova Handanovic, già compagno all’Udinese

Manca solo l’ufficialità per il passaggio di Daniele Padelli all’Inter, che potrà essere data solo dopo la fine del contratto che lega il portiere di Rogolo al Torino fino al 30 giugno, ma ormai è tutto fatto secondo gli esperti di calcio mercato e gli addetti ai lavori vicini alla società granata.

Da mesi si parlava della trattativa che permetterà a Padelli, 31 anni, di giocare nella squadra del cuore. Si conclude quindi con una grande gioia personale una stagione avara di soddisfazioni per il calciatore valtellinese che quest’anno ha giocato solamente le prime due partite di serie A. Ultimamente l’estremo difensore della Bassa Valle aveva perso la maglia da titolare dopo alcuni anni vissuti da assoluto protagonista nelle fila del Toro, con buone partite che gli erano valse anche la convocazione da parte del ct Antonio Conte agli stage della Nazionale nel 2014 e nel 2015.

Con l’acquisto del portiere titolare della Nazionale inglese Joe Hart, mister Sinisa Mihajlovic ha puntato tutto sul britannico non dando più nessuna possibilità a Padelli che con grande professionalità si è sempre allenato e non ha mai fatto nessuna polemica pur non giocando mai. All’Inter, accordo biennale, ritroverà Samir Handanovic del quale ha già fatto il secondo anni fa nell’Udinese guidata in panchina dall’allenatore Francesco Guidolin.

Un legame importate fra i due, visto quanto sia fondamentale per il titolare avere la massima sintonia col proprio alter ego senza che nascano rivalità che possono creare tensioni all’interno della formazione. Padelli è al Torino dal 2013, fortissimamente voluto dal suo scopritore, l’attuale tecnico della Nazionale Giampiero Ventura che l’aveva allenato sia a Pisa che a Bari apprezzandone non soltanto le qualità atletiche, ma anche la serietà sotto il profilo personale.

All’ombra della Mole, Padelli era arrivato come riserva del portiere belga Gillet, ma la squalifica per le vicende legate al calcio scommesse del titolare spalancarono le porte al valtellinese che ha avuto anche la soddisfazione di giocare in Europa League, sempre con la maglia granata. La società del presidente Urbano Cairo ha proposto il rinnovo del contratto al granatiere (192 cm per 90 kg) di Rogolo, ma Padelli ha preferito cambiare aria e cercare nuovi stimoli a Milano. Dal resto come dire no all’Inter che, nonostante il periodo storto che sta vivendo in questo finale di stagione, resta pur sempre una delle società più importante nel panorama italiano e internazionale.

Cresciuto nella giovanili del Lecco e poi del Como, Daniele è approdato al calcio professionistico con la Sampdoria che lo diede in prestito al Pizzighettone in C1, stagione nella quale si affermò. Indimenticabile anche il passaggio al Liverpool nel 2007 con la gioia di disputare nel mitico Anfield Road un incontro da titolare nella Premier League. Ora a 31 anni, 32 a ottobre, l’approdo alla Scala del calcio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA