Olimpiadi, quattro ragazze e un sogno d’oro: centrata la finale
La Valcepina in azione nella batteria di ieri mattina

Olimpiadi, quattro ragazze e un sogno d’oro: centrata la finale

Short track, la staffetta femminile si è qualificata al termine di una prova decisa all’ultima curva.

Ragazze da brividi. Martedì è finale. Incomincia nel migliore dei modi l’avventura olimpica per la nazionale italiana femminile. Oggi nella giornata inaugurale per la specialità, una delle gare più attese e temute, la semifinale di staffetta 3000 dello short track femminile.

Nella semifinale al fianco della quattro azzurre, Arianna Fontana, Martina Valcepina, Lucia Peretti e Cecilia Maffei, le fortissime cinesi e poi la squadra europea più ostica, l’Olanda, con il Giappone poco pericoloso. Già sul podio a Torino 2006 e a Sochi 2014 anche in questo caso la staffetta femminile è sinonimo di garanzia, superando il durissimo ostacolo della semifinale e volando direttamente in finale martedì 20. Team Italia da record italiano e questo la dice lunga sull’ottimo stato di forma delle azzurre. Bene le tre valtellinesi, Fontana, Valcepina e Peretti, leggermente più in difficoltà la rientrante da infortunio Cecilia Maffei. Vedremo se coach Gouadech deciderà di inserire nella finale l’italo canadese Cinthya Mascitto.

È stata una semifinale decisa all’ultima curva grazie a un capolavoro della Fontana, capace di resistere al tentativo di ritorno dell’olandese Schulting superata all’interno a un giro dal termine. Martedì nella sfida per le medaglie, oltre alla Cina, troverà come sempre, Sud Corea e Canada. Insomma le quattro super potenze dello short track femminile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA