Milano-Cortina   con Gasperi e Manzoni
A sinistra Michele Gasperi e a destra Francesco Manzoni con Michela Andreola, co allenatrice Under 23

Milano-Cortina

con Gasperi e Manzoni

Sci di fondo. Meritato spazio nel gruppone per i medagliati mondiali juniores, bronzo in staffetta a Oberwiesenthal. Resa nota la composizione delle squadre azzurre, conferma per Rastelli nella formazione A. Bormolini resta skiman

Gli addetti ai lavori cominciavano a preoccuparsi, ma poi finalmente l’altro giorno il presidente federale Fisi, Flavio Roda ha reso noto la composizione delle squadre azzurre di sci di fondo per la stagione 2020-21.

Un’attesa che non ha mancato di riservare qualche sorpresa in positivo ma anche in negativo. Partiamo dalle note meno liete, non ha infatti trovato spazio in alcun gruppo azzurro, anzitutto il vice campione del mondo sprint categoria under 23, Mattia Armellini, poliziotto sondalino classe 1997. Niente promozione in azzurro anche per la 26enne alpina di Bormio, Alice Canclini. Dovrà per ora ripartire di nuovo dal suo Gruppo sportivo dei Carabinieri, anche Anna Rossi, atleta lecchese cresciuta tra le fila del valsassinese Sci Club Primaluna e da qualche anno trasferitasi in Valfurva tra le fila dello Sci Club Alta Valtellina.

Tutto secondo programma invece per l’azzurro di Coppa del mondo per eccellenza, il più rappresentativo valtellinese di questi ultimi anni, Maicol Rastelli, alpino di Le Prese il quale al fianco di Giandomenico Salvadori e delle due donne Greta Laurent e Lucia Scardoni, fa parte della squadra A.

Hanno invece trovato meritato spazio nel gruppone chiamato “Milano Cortina 2026” allenato da Simone Paredi, i due medagliati mondiali juniores, bronzo nella staffetta di Oberwiesenthal edizione 2020, Michele Gasperi della Valdidentro, e con lui Francesco Manzoni della Valfurva, vera colonna dello Sci Club Alta Valtellina.

Tutti i dettagli negli ampi servizi della pagina speciale dedicata allo sci di fondo, su “La Provincia di Sondrio” e “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 24 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA