Marta, principessa   del Piccolo Tibet
Marta Bassino velocissima nello slalom gigante della scorsa stagione a Kranjska Gora, in Slovenia

Marta, principessa

del Piccolo Tibet

Sci alpino. La passerella di Livigno ha accolto Bassino dopo Federica Pellegrini, Dorothea Wierer e Lisa Vittozzi. Con lei anche Federica Brignone e tante altre stelle della Nazionale pronte per esplodere in Coppa e alle Olimpiadi

La scelta del presidente di Apt Livigno di legare il nome della località a grandi campioni dello sport, è stata una scommessa vinta.

Una scommessa che ha ripagato ampiamente in termini di like e pubblicità l’investimento economico necessario per sottrarre alla concorrenza i big, che, ovviamente almeno fino al pre Covid avevano gli sponsor in coda per aggiudicarseli. Ma non sono stati solo i soldi a convincere Federica Pellegrini, Dorothea Wierer, Lisa Vittozzi a scegliere il Piccolo Tibet, lo è stata anche la bontà dei progetti legati allo sport delle quali in pratica sono state le “madrine” , l’embrione di quello che si è sviluppato.

Questa serie incredibile di bellissime campionesse dello sport è proseguita nei giorni scorsi con la nazionale di sci alpino con le stelle Marta Bassino e un’altra Federica, la Brignone.

Proprio come la Pellegrini, la Wierer e la Vittozzi anche la Bassino è un fenomeno estetico. Dolcissima, non a caso è chiamata la “principessa” delle nevi, e punta dritta a Coppa del mondo e Olimpiadi.

Tutti i dettagli e tante altre foto, negli ampi servizi su “La Provincia di Sondrio” in edicola mercoledì 17 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA