L’Italia della palla ovale in Alta Valle. Ritiro a luglio per preparare i Mondiali
Gli azzurri in allenamento in Valtellina già nel 2013

L’Italia della palla ovale in Alta Valle. Ritiro a luglio per preparare i Mondiali

Due settimane di lavoro sul campo di Sondalo e base al Palace di Bormio

La conferma del team manager Troiani: «Ci siamo già stati e siamo contenti»

Sondalo e Bormio saranno le prossime mete della Nazione italiana di rugby. Parte del raduno pre Mondiale della nazionale italiana di rugby il prossimo mese di luglio si svolgerà in provincia.

La conferma giunge dal team manager degli azzurri, Luigi Troiani: «Siamo stati prima di Natale in Alta Valtellina col nostro coach Brunel e abbiamo dato indicazioni sulla logistica e sulle strutture. A giorni aspettiamo risposta, manca solo la conferma ufficiale, ma è molto probabile che potremo tornare anche quest’anno visto che siamo già stati in Valtellina nel 2013 e abbiamo trovato una grande ospitalità, quindi siamo contenti di poterci allenare ancora lì».

Il dirigente non si sbilancia sulle località: «Non abbiamo ancora affrontato nel dettaglio la logistica». Questa volta però la patria del rugby dell’Alta Valle, Sondalo, dovrebbe ospitare finalmente la Nazionale dopo che invece due estati fa non fu possibile avere gli Azzurri per problemi di semina dell’erba sul campo di gioco e si dovette optare per il terreno di Bormio. Che la Nazionale fosse stata a Sondalo a visionare le strutture era stato svelato dal presidente del Valtellina Rugby, Fulvio Paganoni nel corso della festa di Natale della Polisportiva Sondalo Sport della quale la società rugbistica fa parte. Fondamentalmente il ritiro azzurro dovrebbe durare un paio di settimane nel mese di luglio e Sondalo dovrebbe ospitare gli allenamenti, mentre il quartier generale dovrebbe essere il Palace di Bormio, ormai la casa dei campioni dopo aver ospitato negli ultimi vent’anni i big di calcio, basket, sci, volley e, appunto, rugby.

In questi giorni la Nazionale sta pensando al prossimo torneo 6 Nazioni nel quale dovrà vedersela con Francia, Irlanda del Nord, Galles, Scozia e Inghilterra e non certo al raduno. Il ct azzurro Brunel ha convocato 30 giocatori per gli stage di allenamento. Non è stato chiamato il sondriese di nascita Gonzalo Canale , che milita nel campionato francese con la maglia de La Rochelle, attualmente infortunato.

La maglia azzurra resta un sogno per i valtellinesi impegnati in Eccellenza che sperano di emulare Marcello Violi, mediano di mischia, unico giocatore del campionato di eccellenza chiamato in questa convocazione.

Per Alessandro Borsi in forza al Cz Rovigo, Matia Gobbi Frattini dei Cavalieri Prato, e la coppia del Cammi Calvisano Selvetti- Biancotti la rincorsa alla maglia azzurra è aperta. Coronare un simile traguardo proprio in Valtellina sarebbe un sogno ad occhi aperti. eppure certi sogni si possono avverare.

Per saperne di più basterebbe chiedere al portiere del Torino Calcio Daniele Padelli che lo scorso autunno fu convocato dal ct Antonio Conte per uno stage in azzurro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA