Libera alla Suter,   nella top ten c’è Elena
Elena Curtoni in azione durante la discesa libera mondiale a Cortina

Libera alla Suter,

nella top ten c’è Elena

Sci alpino. La svizzera si aggiudica la discesa dei Mondiali di Cortina, seconda la tedesca Weidle, terza la Gut. Ottima prova per Curtoni junior anche se perde qualcosa nel finale ed è ottava, migliore delle atlete azzurre

L’assenza di Sofia Goggia, dominatrice in Coppa del Mondo, ma fermata da un infortunio sulla pista di rientro dopo il SuperG annullato a Garmisch, ha riacceso a Cortina la lotta il titolo mondiale di discesa libera e per l’assegnazione delle medaglie, in una giornata finalmente baciata dal sole.

Le candidate alle posizioni elette non erano certo poche. A cominciare da Corinne Suter, che quest’anno si è rivelata la più fiera avversaria della Goggia.

Partita con il numero sette, la sciatrice elvetica ha dato il meglio di sé nella seconda parte del percorso, portandosi all’angolo del corner che non ha più abbandonato. A insidiare la sua posizione di vertice è stata, dapprima, la tedesca Kira Weidle, che al traguardo ha accusato un ritardo di 20/100, poi la sua connazionale Lara Gut-Behrami (+0.34) che già nelle prove cronometrate aveva mostrato di ambire alla seconda affermazione nella rassegna di Cortina.

In casa Italia, le maggiori speranze erano appuntate su Elena Curtoni. Anche stavolta la valtellinese è partita relativamente lenta e ha commesso un piccolo errore in fondo allo schuss, ma nella parte centrale, abile come sempre in curva, ha sciato all’altezza delle prime, tanto che, al penultimo intermedio era, teoricamente, ancora in lizza per il terzo posto. Purtroppo, ha perso una quarantina di centesimi nella parte finale, più facile e di puro scorrimento. Raccoglie così un pur buon ottavo posto in classifica, miglior piazzamento delle quattro atlete azzurre.

Tutti i dettagli e altre foto, nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola domenica 14 febbraio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA