Lanzini da applausi,quarto agli italiani
a soli sei centesimi dal podio

Atletica Quattro gli atleti della provincia a Milano per i campionati Allievi Buone gare anche per Paganoni, Rovedatti e Bertolina

Lanzini da applausi,quarto agli italiani a soli sei centesimi dal podio
Gli atleti della CO Piateda in trasferta hanno sostenuto i loro compagni

L’Arena Civica Gianni Brera di Milano ha ospitato i Campionati Italiani Allievi e Allieve di Atletica Leggera. Della provincia di Sondrio 4 gli atleti che avevano ottenuto la qualificazione e si sono cimentati nelle gare: Sofia Paganoni (CO Piateda Pneumatici Valtellina Oilservice) nel salto in alto, il compagno di squadra Daniele Lanzini nei 110 ostacoli, Elisa Rovedatti (GS CSI Morbegno) nei 1500 e 3000 metri, Melissa Bertolina (Atl. Alta Valtellina) nei 3000 metri.

La prima a scendere in pista è la saltatrice Sofia Paganoni (1,64 la sua misura di accredito). Sofia supera al primo salto le misure di 1,50 e 1,56 metri e decide di passare a 1,62 metri, ma purtroppo sbaglia tre volte e si piazza al 16° posto.

Tocca poi alla mezzofondista Elisa Roveda ti e Melissa Bertolini che gareggiano in due serie diverse: nella prima la vicecampionessa regionale di corsa in montagna Melissa mette a referto il tempo di 11’26”75 che le vale il 26° posto finale, mentre la campionessa regionale 20 minuti in pista Elisa nella seconda serie, la più veloce, ferma il cronometro dopo 11’04”88 che equivale al 21° posto finale.

Domenica mattina la morbegnese Rovedatti bissa e si presenta al via dei 1500 metri, corre nella prima serie e chiude in 4’56”50 che vale il 24° posto nella classifica generale. Poi è il turno di Lanzini, che parte con il miglior tempo di accredito, l’eccellente 13”96 «Daniele ha corso una bellissima batteria di qualificazione, con controllo e determinazione ha vinto in 14”33 – racconta il suo allenatore Alberto Rampa – In finale ha corso bene fino ai 95 metri, poi gli è mancato il guizzo finale che gli avrebbe permesso di conquistare una medaglia importante». Si è comunque migliorato correndo la finale in 14”26 e conquistando il 4° posto, a 14 centesimi dal vincitore Giovanni Zuccon e a 6 centesimi dalla medaglia di bronzo Giacomo Pietro Catalano

© RIPRODUZIONE RISERVATA