La Coppa si arrende al meteo  Regole da rivedere
Nuova cancellazione di gara dovuta al maltempo, a Lenzerheide, sede delle finali di Coppa del mondo

La Coppa si arrende al meteo

Regole da rivedere

Sci alpino. Dopo la libera, nebbia e salta anche il superg. Una finestra di recupero avrebbe risolto il problema. Elena Curtoni perde un’altra occasione per migliorare

Lenzerheide, sede delle finali di Coppa del Mondo, ha vissuto in questo giovedì un’altra giornata nera. Non è bastato sgomberare dalla neve la pista “Beltrametti”.

La nebbia si è installata stabilmente sul percorso di gara, rendendo impossibile – come era già avvenuto mercoledì per le discese libere – lo svolgimento dei superg.

Queste cancellazioni in serie hanno diverse gravi conseguenze: mortificano il lavoro dell’organizzazione, che da giorni era impegnata nel rimuovere l’abbondante strato nevoso depositato in pista, impediscono agli atleti ancora in lizza per la classifica assoluta e di specialità, di manifestare tutto il loro potenziale, e vanificano le aspettative di tutti i praticanti delle discipline veloci, che, a conti fatti, si sono sottoposti a una trasferta “inutile”.

Forse è arrivato il momento che la Fis riveda, finalmente, la sua discutibile regola che ogni gara deve essere disputata nel giorno programmato, pena la cancellazione. E’ necessario predisporre – come d’altronde è già avvenuto lungo la stagione – delle giornate di possibile recupero. Un peccato anche per la nostra Elena Curtoni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA