Karting junior Aci  Francesco Marenghi  campione italiano
Marenghi in pista: per lui quattro vittorie e altri tre podi nel campionato Italiano Aci junior

Karting junior Aci

Francesco Marenghi

campione italiano

Motor Non ha ancora 14 anni il pilota di Samolaco Decisive le ultime due gare corse a Muro Leccese

A 14 anni, che compirà il 18 di questo mese, Francesco Marenghi si veste di tricolore.

Il titolo di campione italiano junior di karting Aci Sport l’ha ottenuto nei giorni scorsi sul circuito La Conca di Muro Leccese (Puglia), firmando una bellissima impresa.

Il campionato, assegnato sulla somma dei punteggi, si svolge su cinque “round” di due gare e il giovanissimo valchiavennasco, già coinvolto in incidenti nelle prove di Adria e Sarno, nella tappa conclusiva doveva rimontare ben 46 punti al capolista provvisorio.

Ciò significa che non gli restava altra possibilità di diventare campione, se non vincendo le due frazioni. E Francesco l’ha fatto, alla grande.

Prima e seconda prova

Nella prima prova, che per l’alto coefficiente tecnico assegnava 60 punti contro i 40 normali, il portacolori della scuderia Team Driver/Kart Republic è partito in pole position e non ha abbandonato la testa. Ma questo bel successo non gli sarebbe stato sufficiente per completare la rimonta. Nella seconda competizione, per la regolamentare inversione dei primi, è partito solo ottavo, ma è risalito con bella progressione, imponendosi al fotofinish. I 99 punti conquistati in Puglia l’hanno così proiettato in vetta per soli sei lunghezze (243 contro 237), tenendo conto dei punteggi scartati. Sulle dieci gare di campionato ne ha vinte quattro e altre tre volte è salito sul podio.

A sei anni

«Francesco è salito per la prima volta su un kart all’età di sei anni e non se n’è più staccato, anche se l’attività è stata a lungo soprattutto di carattere ludico – ci spiega il padre Amedeo, che risiede con la famiglia a Samolaco, in Valchiavenna –, ma la sua vera esplosione è avvenuta quest’anno, quando ha imparato a gestire meglio le situazioni di gara e il suo fisico ha tratto profitto da un’accurata preparazione atletica, importante per gestire le gare, che si sviluppano su diverse giornate. L’attività annuale è ormai salita a 25-26 gare dislocate in ogni parte d’Italia e ciò presuppone un serio impegno logistico per tutta la fa famiglia. Anche economico, attualmente coperto per circa due terzi dagli sponsor. Ad accompagnarlo nelle varie sedi, con la roulotte, ci alterniamo io, mia moglie e mia figlia Valentina, 21 anni.

L’intensità degli impegni crea qualche problema alla frequenza scolastica. Francesco ha appena superato, bene, l’esame di terza media e ora si è iscritto a una scuola superiore privata di Lecco. Il suo futuro è proiettato verso la Formula 4 e la speranza – conclude Amedeo Marenghi – è che le aziende della provincia di Sondrio possano dare un contributo per sostenere il suo cammino».

Francesco è a Sarno, per la terza prova del Campionato europeo: «Conosco bene la pista, ci ho gareggiato di recente».

Ci ha anche svelato qual è il suo segreto obiettivo, anche se in una prospettiva comunque lontana, perché saranno necessari diversi passaggi di categoria: «Il mio sogno è quello di trovare posto su una macchina di Formula Uno».


© RIPRODUZIONE RISERVATA