K2 Talamona griffata Curtoni e Ghirardi
Da sinistra: Alessandra Valgoi, Corinna Ghirardi e Lucia Moraschinelli

K2 Talamona griffata Curtoni e Ghirardi

La gara di sola salitaAl via 150 concorrenti da tutta la regione per il primo doppio chilometro verticale lombardo. A imporsi lo scalatore di Gerola Alta (per lui anche un record) e la fortissima scialpinista e specialista delle vertical.

Corinna Gherardi Mattia Curtoni griffano la prima edizione del K2 Talamona, la gara di sola salita valtellinese promossa dagli Amici sciatori di Talamona supportati dagli uomini del locale Gruppo podistico. Al via 150 concorrenti provenienti da tutta la regione per il primo doppio chilometro verticale lombardo.

L’evento prevedeva una ripida ascesa con start dalla chiesa parrocchiale di Talamona a quota 272 metri e arrivo alla panoramica Cima Pisello (2.272 m). Il tutto dopo avere superato 9 km, con un primo tratto veloce su strade e mulattiere e poi su in verticale attraversando dapprima il borgo di San Giorgio con la storica chiesetta (760 m) e poi le località Crocette e Cornello. Gli atleti sono quindi giunti sui ripidi prati dell’alpe Madrera, 1434 m, dove la stanchezza ha cominciato a farsi sentire con pendenze sempre più serie. Oltrepassando il mitico dosso Dei Malorsc, sono sbucati sulla Conca di Pedroria (1929 m) per affrontare un ripido canalone a zig zag e guadagnare la cresta. Qui, panorama mozzafiato con una vista impagabile che spazia dal Monte Disgrazia all’Alto Lario, con la testata della Val Masino a fare da cornice e, sullo sfondo, l’Adamello. Nonostante le concomitanze, più di 150 atleti, meteo clemente, grande tifo hanno fatto da cornice a questo doppio chilometro verticale.

La gara è stata fin da subito molto battagliata, almeno al maschile. Ad avere la meglio è stato lo scalatore di Gerola Alta Mattia Curtoni con un tempo di 1h26’14”. Secondo posto per il morbegnese del Team Valtellina Guido Rovedatti , 1h29’16”, e terzo posto di Filippo Curtoni in 1h29’51”. Completano la top ten di giornata Paolo Bonanomi, Matteo Corazza, Luca Albini, Dario Songini, Claudio Pedranzini, Dario Fracassi e Cristian Spini. Nella gara femminile vittoria di Corinna Ghirardi - 1h46’18” -, fortissima atleta dello scialpinismo in inverno e specialista delle vertical in estate. Seconda piazza per la verticalista dell’Alta Valtellina Alessandra Valgoi - 1h52’57”-, mentre terza un’altra scialpinista doc, Lucia Moraschinelli: 1h58’22”.

Gara nella gara, Mattia Curtoni è riuscito inoltre a battere lo storico record di salita, da località Ponte dei frati alla cima, dell’atleta locale Enrico Tirinzoni, guadagnandosi una forma di formaggio offerta dal detentore del record. Il primato era di 1h14’40”, mentre ora è di 1h13’51” Sul percorso era presente anche il famoso “diavolo sky” a tifare e incoraggiare tutti gli atleti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA