Il Trofeo Vanoni   corre con la tradizione
Alice Gaggi impegnata al salto nel Trofeo Vanoni che torna domenica 24 ottobre

Il Trofeo Vanoni

corre con la tradizione

Corsa in montagna. Presentate al Tempietto votivo di Morbegno le gare simbolo di un grande movimento. Appuntamento a domenica 24 ottobre con la versione maschile, quella femminile numero 38 e il MiniVanoni

Una cornice speciale per una gara di corsa in montagna a staffetta, simbolo non solo della nostra provincia, ma dell’intera nazione.

È stato scelto il Tempietto Votivo di Morbegno per presentare il 64esimo Trofeo Vanoni, il 38esimo Vanoni femminile e il 44esimo MiniVanoni, che sono in programma domenica 24 ottobre. Una location suggestiva, uno dei punti chiave del “mondiale delle foglie morte”, che per la prima volta ha ospitato la conferenza di presentazione.

Numerose le istituzioni presenti. Ospite speciale, collegato in videoconferenza, il sottosegretario di Regione Lombardia, Antonio Rossi. A occuparsi della macchina organizzativa della corsa come di consueto il gruppo Csi Morbegno del presidente Giovanni Ruffoni.

«Tutti conoscono il Trofeo Vanoni – ha esordito il Sindaco di Morbegno, Alberto Gavazzi – e tutti conoscono il Tempietto, che è sfiorato dal passaggio della gara. Il Trofeo Vanoni è parte della storia di Morbegno, così come il Tempietto che è espressione di relazione tra città e montagna».

Tutti i dettagli, il programma completo e tante altre foto, negli ampi servizi della pagina speciale dedicata al Trofeo Vanoni, su “La Provincia di Sondrio” in edicola venerdì 15 ottobre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA