Il Giro freme, Aprica attende
Energia valtellinese in sella

Ciclismo. Pattuglia guidata dal veterano Gavazzi, settima partecipazione. Il ventitreenne Bagioli al debutto, Petilli per il poker ricordando Morbegno

Il Giro freme, Aprica attende Energia valtellinese in sella
Andrea Bagioli, 23 anni, di Lanzada, qui in testa al gruppo, quest’anno per la prima volta al Giro d’Italia

Manca meno di una settimana alla partenza del Giro d’Italia, fissata per venerdì a Budapest, in Ungheria. Per molti è tempo di fare la valigia.

Presentato l’elenco dei corridori iscritti all’edizione numero 105. Si partirà con le prime tre tappe in Ungheria e poi si farà rientro nella nostra penisola con anche una tappa, quella da Salò ad Aprica (il 24 maggio) nell’ultima settimana e che attraverserà il territorio della nostra provincia.

Per Francesco Gavazzi è pronto il dorsale col numero 105 in quella che per lui sarà la settima presenza al Giro d’Italia. Debutto al Giro d’Italia in vista invece per Andrea Bagioli. Il ventitreenne di Lanzada sarà uno degli uomini più in vista nella rosa della Quick Step Alpha Vinyl. Particolare attenzione poi a ciò che saprà conquistare il colichese Simone Petilli. Nella prima parte dell’anno tante volte il ciclista originario del lecchese che nelle categorie giovanili ha militato anche nel Pedale Morbegnese prima di spiccare il volo nei professionisti, è alla quarta presenza al Giro.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola domenica 1 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA