Il Giro d’Italia pedala   verso la Valle Spluga
Egan Arley Bernal Gomez ieri trionfatore a Cortina e sempre più padrone del Giro d’Italia

Il Giro d’Italia pedala

verso la Valle Spluga

Ciclismo. Ancora quattro giorni d’attesa per l’arrivo della carovana rosa attraverso la Svizzera e il Passo. In discesa fino a Isola quindi Campodolcino e la risalita dalla 36 fino a Madesimo per poi puntare all’Alpe Motta

Quattro giorni ancora e toccherà all’alta Valchiavenna tingersi di rosa con la penultima tappa del Giro d’Italia 2021 che dopo lo start da Verbania, lo sconfinamento in Svizzera e la scalata al Passo dello Spluga dal versante elvetico, terminerà attorno alle 17 all’Alpe di Motta in comune di Campodolcino.

Per tutto il mandamento della Valle Spluga, l’arrivo della carovana rosa significa coronare un sogno partito due anni fa con lo “Spluga Day” nell’autunno del 2019 per celebrare i 200 anni della strada che conduce al celebre passo alpino e, poi proseguito sulla stessa onda lo scorso anno con l’arrivo a Montespluga del Giro d’Italia Under 23.

Sabato i girini si lasceranno alle spalle Verbania, - città che ha dato i natali a Filippo Ganna, che vedremo in corsa, e alla miglior ciclista italiana del momento, Elisa Longo Borghini - quindi entreranno in Svizzera e affronteranno il San Bernardino. La risalita dello Spluga dal versante svizzero, poi l’emozionante passaggio in discesa su Isola, quindi Campodolcino e la risalita della 36 con le storiche gallerie, il tour dentro Madesimo e la scalata finale di tre chilometri fino all’Alpe Motta dove si trova la Madonna d’Europa.

Tutti i dettagli e altre foto, nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” in edicola martedì 25 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA