Grinta e cuore, il Sondrio batte il Legnago
Un momento della gara: il Sondrio ha giocato sempre all’attacco (Foto by foto zuliani)

Grinta e cuore, il Sondrio batte il Legnago

I biancazzurri all’attacco per tutta la gara, creano tante occasioni e segnano nel finale su rigore

I padroni di casa finiscono in dieci. Decisiva la freddezza di Valente dal dischetto per un successo importante

Sondrio

Il Sondrio si regala un ottimo Natale grazie al successo ottenuto nello scontro diretto disputato ieri sul campo del Legnago e chiudendo così il proprio girone d’andata con 23 punti: decisivo, in terra veneta, il rigore conquistato da Valtulina e trasformato da Valente al 95’. Un episodio che ha permesso ai biancazzurri di concretizzare una superiorità apparsa piuttosto netta lungo tutto l’arco del match.

Pronti-via e già al 5’ Vono, ben servito da un cross rasoterra di Cannataro, che si era inserito in area dalla sinistra, spara clamorosamente alto dal dischetto del rigore. Il Sondrio continua a fare la partita, pressa gli avversari e recupera spesso palla nella loro metà campo, ma manca altrettanto spesso l’ultimo passaggio o la conclusione vincente.

Il Legnago si rende davvero insidioso dalle parti di Lassi solo al 42’: Cocuzza crossa dalla sinistra e Vita stoppa il pallone in piena area a calcia verso la porta; Lassi tocca, ma è Fognini, ben appostato sulla linea di porta, a rinviare il pallone e negare ai padroni di casa il vantaggio.

Nella ripresa il Sondrio continua a giocare con grande personalità e buone trame di gioco: l’occasione più grossa capita a Ronzoni al 7’, ma il tiro dal limite del capitano biancazzurro esce a lato di un soffio.

Al 28’ Legnago in 10: Porcaro, già ammonito, tocca con una mano il pallone sulla propria tre quarti per impedire che la sfera arrivi a De Respinis e l’arbitro non può far altro che mostrargli il secondo cartellino giallo.

Con l’uomo in più il Sondrio ci crede con ancora maggiore decisione e in pieno recupero, però, il coraggio del Sondrio e di mister Nordi che ha chiuso il match con quattro giocatori “esperti” nella sua linea offensiva, paga: i difensori del Legnago pasticciano e non riescono a liberare la loro area, Valtulina si avventa sul pallone vagante e viene steso da Di Dionisio. L’arbitro indica il dischetto e, dagli 11 metri, Valente spiazza Cuoco, segna il suo primo gol stagionale e regala così tre punti pesantissimi al Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA