Deho fa bottino pieno alla Dordona. Vince e realizza il nuovo primato
Marzio Deho, bergamasco praticamente di casa in Valtellina

Deho fa bottino pieno alla Dordona. Vince e realizza il nuovo primato

È stato il forte atleta bergamasco della Cicli Olympia, Marzio Deho, ad apporre la propria sigla nell’albo d’oro della Dordona Skybike edizione numero 11 andata in scena ieri . Al termine della sua rincorsa ai “Confini del cielo” il suo cronometro ha segnato anche il nuovo record della manifestazione: 1h36’11”. Alle sue spalle Johnny Cattaneo (Willer) giunto con un distacco di 4’20”, il solo che ha cercato, in qualche modo, di dargli qualche dispiacere via salendo. La gara ha presentato un terreno a tratti insidioso per le piogge dei giorni precedenti, ma ha dato spettacolo, la discesa era puro fango, in alcuni punti, da prendere con le molle (o i ramponi), ma il “Dordona” è indubbiamente un appuntamento con la mtb che andrebbe pubblicizzato, valorizzato, fatto crescere. E questo è anche il parere di un grande professionista come Marzio Deho.

Un neo, se lo vogliamo trovare, ci sarebbe: gara nata per i non tesserati, ma di non tesserati ce ne saranno stati ieri una decina sui 59 protagonisti della gara, «il numero minimo che ci eravamo prefissi per gareggiare» ha commentato Walter Scenini del Gruppo Fusine (tra gli organizzatori), per cui è sentito l’intento di “spingere” un tantino di più sui pedali, per far assurgere la “Dordona Skybike” a un maggior prestigio nel panorama delle gare di mtb anche a respiro regionale. Ma ecco il pensiero di Marzio Deho: «La mia vittoria odierna è frutto di un’azione abbastanza in solitaria. Mi sono subito defilato sulle prime rampe col mio passo abituale e solo Cattaneo, che è più forte di me, ha cercato di opporsi, ma sono riuscito, con la mia regolarità, ad andare via. Un tragitto che – sorride il buon Marzio – “conoscevo già” perché l’avevo percorso in bicicletta stamattina (domenica) venendo da Foppolo a Fusine per prendere parte alla gara. Non l’avevo mai fatta da Dordona in giù, bella, impegnativa; la salita poi da Fusine non lascia respiro, è sempre dura comunque puntare in cima. Condizioni da gara di normale amministrazione per una mtb, un fondo che ci sta con la pioggia caduta in precedenza, terreno morbido, ghiaioso, molto più impegnativo che non in condizione “secca”. Non ho parametri per valutare il tempo impiegato; so solo che è il nuovo record della gara. Oggi ho pedalato abbastanza bene, senza problemi, ma non mi sono confrontato con avversari; ci fosse stata più battaglia, chessò, con Cattaneo, avremmo potuto forse abbassare ancora di più il tempo, comunque va bene così, un’ottima occasione per conoscere la zona. Salgo sempre a Foppolo per sciare, ma da qui non la conoscevo». In settimana ulteriori sviluppi.

Dordona Skybike. Classifica generale. 1) Marzio Deho (Olympia) 1h36’11”, 2) Johnny Cattaneo (Willer Force) 1h40’31”, 3) Iacopo Bettoni (Palmer cycling) 1h48’38”, 4) Teresio Gadaldi (Paredi) 1h52’15”, 5) Luciano Curti (Paredi) 1h53’04”, 6) Dario Crapella (Paredi) 1h53’09”, 7) Alberto Ciapponi (Damiani Xbike) 1h54’42”. Femminile: 1) Valentina Mabritto (Fausto Coppi) 2h30’06”, 2) Cristina Tacchini (Gruppo Bi) 2h46’15”, 3) Chiara Siboldi (Barcella) 2h46’56”, 4) Sabrina Sottile (Paredi) 2h59’38”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA