Coronavirus: il governo  ferma tutto lo sport  in Lombardia e Veneto

Coronavirus: il governo

ferma tutto lo sport

in Lombardia e Veneto

Stop anche al calcio dalla A in giù comprese le gare di Como, Lecco e Sondrio

«Sospendere tutte le manifestazioni sportive di ogni grado e disciplina previste nelle Regioni Lombardia e Veneto per la giornata di domenica 23 febbraio 2020». Con questa indicazione, contenuta in una lettera inviata al Presidente del Coni Giovanni Malagò, il Governo per mano del ministro delle politiche giovanili e sport Vincenzo Spadafora, ha bloccato lo sport in Lombardia e Veneto per la giornata di domenica 23 febbraio. Saltano, in serie A Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari, mentre in serie C, nel girone A Giana-Como e Lecco-Pro Patria, mentre nel girone B Arzignano-Padova e Feralpisalò-Carpi. Prudenza, rispetto della tutela della salute, stretto contatto con le autorità preposte alla gestione del coronavirus. Il mondo dello sport si mostra sensibile e collaborativo rispetto al problema che da ieri ha messo in grande allarme il Paese e si ferma lì dove c’è richiesta di farlo. Alcune zone di Lombardia, Veneto e Piemonte stanno vivendo ore di grande angoscia e per questo anche lo sport fa la propria parte per evitare che il virus possa diffondersi. «Siamo sul pezzo 24 ore su 24» le parole del ministro Spadafora.


© RIPRODUZIONE RISERVATA