Colico salotto della festa
attorno al lago

Ciclismo Giro d’Italia U. 23. Il pubblico spera nel terzo acuto del mandellese Colnaghi ma tra ali di folla vince il belga Meuus. In quattro scappano ma vengono ripresi. Oggi la Barzio-Montespluga, domani l’Aprica-Aprica

Colico salotto della festa attorno al lago
Il momento in cui i corridori tagliano il traguardo della tappa di Colico: vince Meuus

La gente assiepata vicino alle transenne (cercando di rispettare le normative anti Covid) e l’arrivo della sesta tappa del Giro d’Italia Under 23, la Colico - Colico di 157 km. In molti si auguravano di veder trionfare ancora l’atleta di casa, Luca Colnaghi, di Mandello, uno sprinter in grado di poter regalare al popolo lecchese questa gioia.

Invece no. Il re di Colico è stato il belga Jordi Meuus (Racing Academy), che ha bruciato in volata l’italiano della General Store, Cristian Rocchetta e l’altro belga Arne Marit, (Lotto Soudal). Non cambia nulla anche in classifica generale, dove l’inglese Tom Pidcock mantiene salda la sua maglia rosa davanti e due azzurri: Kevin Colleoni (Arvedi Biesse) e Giovanni Aleotti (Cycling Friuli).

Oggi la Barzio-Montespluga, domani l’Aprica-Aprica.

Tutti i dettagli e altre foto negli ampi servizi della pagina speciale dedicata al Giro d’Italia Under 23, su “La Provincia di Lecco” e “La Provincia di Sondrio” in edicola venerdì 4 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA