Clerici in vetta allo Spluga Da non vedente e dopo 300km.
Fausto Clerici (a sinistra) con la guida Alessandro Arlati.

Clerici in vetta allo Spluga
Da non vedente e dopo 300km.

L’atleta di Oltrona San Mamette è arrivato in tandem, con l’amico e guida Alessandro Arlati.

Fausto Clerici ha portato a termine un’altra impresa. L’atleta non vedente di Oltrona, che compirà 60 anni il prossimo 25 dicembre, è arrivato in tandem, con l’amico e guida Alessandro Arlati, al passo dello Spluga, dopo aver percorso 299,570 chilometri. Una bella fatica, che ha messo a dura prova il “Pirata” (questo è il soprannome del comasco), che non è nuovo alla grandi imprese.

Nella corsa a piedi (qualche mese fa ha portato a termine, per la terza volta, la 100 chilometri del Passatore) e in bicicletta (l’anno scorso, ha percorso seicento chilometri, con un dislivello positivo di 13.000 metri, in sei giorni, con 38 ore in sella, scalando le più importanti salite che hanno fatto la storia del Tour de France).

A prima vista la salita allo Spluga (a quota 2.177) potrebbe sembrare una “cosa da poco”, ma Clerici, per renderla più “tosta” ha pensato di pedalare per 300 chilometri, nello stesso giorno. Non proprio una passeggiata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA