Domenica 20 Ottobre 2013

Chiavenna, test verità

Arriva il forte Alleghe

I ragazzi del Chiavenna in allenamento per preparare la difficile partita contro l’Alleghe

Più dura di così non si può. Questa sera alle 18,45 al palaghiaccio di Chiavenna arriverà l’Alleghe hockey, una formazione che in questa stagione passa dalla serie B solo per ragioni economiche.

La storia – anche recentissima – dei bellunesi parla di tante vittorie nel principale campionato italiano, ma quest’anno la dirigenza ha scelto di ripartire dalla B con l’obiettivo di fare crescere i giovani. Coach Primo Fontanive si affida a un roster tutto italiano con elementi del calibro di Carlo Lorenzi e Manuel De Toni, attaccante da 600 presenze in serie A, con tanti anni di maglia azzurra.

Nelle prime due partite le Civette hanno battuto 4-2 il Pergine e 3-0 il Varese. «Per dare un’idea della forza di questa squadra, possiamo ricordare che il Varese ha battuto il Como 8-1 – sottolinea il portiere chiavennasco Stefano Antinori, tornato sulle lame dopo alcune stagioni di solo inline -. Sarà dura, ma sarà comunque una serata di grande hockey». Dopo l’esordio amaro di Feltre (4-3 per i bellunesi), domenica i chiavennaschi si sono rifatti battendo i rivali di Laces (3-2).

«Siamo carichi, il metodo di allenamento di coach Mark Inama è basato sul pattinaggio e stiamo crescendo sul piano atletico – sottolinea Manuel Tenca, difensore del Chiavenna -. Siamo stati senza ghiaccio fino alla scorsa settimana, ma la preparazione a secco ci ha permesso di avere le energie per andare a recuperare molti dischi e pressare gli avversari. La vittoria contro il Vinschgau è arrivata grazie alla determinazione che ci abbiamo messo dal primo ingaggio alla sirena finale».

Domenica sono stati fondamentali i gol del bormino Mirco Pedranzini e del milanese Patrick Frizzera.

«Ci garantiscono qualità in attacco, ora sappiamo che la società è al lavoro per rinforzare la squadra. Con un paio di elementi in più saremo ancora più competitivi. Ma il nostro vero uomo in più domenica è stato il pubblico. Basta una parola per descriverlo: fantastico». Nonostante le difficoltà del campionato, insomma, il Chiavenna non vuole trascorrere una stagione in fondo alla classifica. Dopo due giornate in cima alla graduatoria ci sono Alleghe, Ora e Trento a quota sei. Varese, old Weasels Giku, Pergine Sapiens, Chiavenna, Feltreghiaccio e Bolzano Fozes hanno 3 punti. Vinschgau, Como e Val di Sole sono a quota zero.

© riproduzione riservata