Chiavenna respira l’aria di A: si sfidano tutte le fuoriclasse
Le atlete della Unendo Yamamay a Chiavenna per il quadrangolare del fine settimana

Chiavenna respira l’aria di A: si sfidano tutte le fuoriclasse

Volley femminile: quadrangonare di livello assoluto al PalaMaloggia

Sotto rete ci sono Igor, Foppapedretti, Unendo Yamamay e Saugella.

Due giorni di volley di serie A a Chiavenna. L’estate sportiva si chiude con la prima edizione del “Trofeo Valchiavenna” in programma oggi e domani al PalaMaloggia di tra Igor Novara, Foppapedretti Bergamo, Unendo Yamamay B. Arsizio e Saugella Team Monza.

La bella stagione ha visto lo sport grande protagonista in riva alla Mera, dai ritiri di alcuni dei team più noti dello sport italiano ai camp per giovanissimi, dalla nazionale femminile di volley poi laureatasi campione del mondo Under 18 fino alla recente riapertura del “Tracciolino”.

Il “Trofeo Valchiavenna” da questo punto di vista è la chiusura ideale della stagione. Non solo perché il volley, e in particolare quello femminile, è stata senza dubbio la presenza più significativa dell’estate, ma anche perché gli appassionati potranno vedere all’opera tre club che hanno fatto la storia della pallavolo italiana – Novara, Bergamo e Busto –, mentre Monza si candida anche quest’anno a recitare un ruolo di grande protagonista nel campionato di A2, con tutte le carte in regola per spiccare un grande salto verso la serie maggiore.

Proprio le monzesi saranno le prime a scendere in campo oggi alle 17,30 contro la Unendo Yamamay di coach Mencarelli, che dopo aver portato le azzurrine under18 alla conquista del titolo mondiale, avrà quest’anno il compito di far dimenticare l’astro nascente Valentina Diouf, approdata a Modena durante l’estate.

A seguire Foppapedretti Bergamo-Igor Novara, con le ragazze di Lavarini  impegnate  nel difficile compito di mantenere alta la tradizione vincente del club che ha dominato gli inizi degli anni Duemila e da cui era partita la bellissima avventura sportiva della Diouf. Di fronte si troverà una Igor Novara che pur priva di sette atlete impegnate con le rispettive nazionali (quattro azzurre, una serba, una croata e una portoricana), ha disputato finora un buon precampionato e non salirà a Chiavenna per recitare un ruolo da comprimaria. Appuntamento dunque oggi alle 17,30  al Palasport di Chiavenna, con la finale di domani in onda dalle 18 su Gazzetta.tv.


© RIPRODUZIONE RISERVATA