Campionati italiani a Lanzada  Il sindaco: «Un paese che corre»
Presentata ufficialmente la rassegna tricolore di Lanzada

Campionati italiani a Lanzada

Il sindaco: «Un paese che corre»

Pronta una mobilitazione per la rassegna tricolore di corsa in montagna del 4 e 5 giugno.

«Lanzada è un paese che corre e una manifestazione sportiva di alto livello si coniuga benissimo con lo spirito che anima chi vive sul nostro territorio».

Così il sindaco Marco Negrini ha evidenziato l’importanza per Lanzada dei Campionati italiani di corsa in montagna del 4 e 5 giugno, presentati ufficialmente nella sede della Comunità Montana di Sondrio. Il paese si offrirà al migliaio di persone attese, fra atleti, tecnici, accompagnatori e tifosi, nella sua veste migliore, con oltre cento volontari a supportare il lavoro organizzativo della Sportiva Lanzada. Il presidente dell’ente comprensoriale Tiziano Maffezzini ha sottolineato l’effetto promozionale di questi eventi: «La montagna si può vivere correndo e i grandi eventi sportivi danno valore e qualità al territorio».

Concetto ripreso dal neo presidente del Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco Giorgio Zini che ha evidenziato l’importanza, soprattutto per i giovani, di vivere intensamente il territorio. «Per noi è un test importante - ha spiegato il presidente Fabiano Nana -, il primo, vero banco di prova nazionale per valutare la nostra capacità organizzativa».

Sabato 4 giugno si svolgeranno i campionati italiani a staffetta riservati alla categoria allievi, maschile e femminile, il trofeo nazionale per società a staffetta per i cadetti, il criterium giovanile per i ragazzi a staffetta e una gara promozionale individuale per gli esordienti. La mattina di domenica 5 il clou con la prima prova dei campionati italiani individuali e di società, salita e discesa, valida come circuito Mountain and Trail Running Grand Prix 2016 per le categorie assolute, maschile e femminile.

Fra i nomi di spicco della specialità attesi a Lanzada figurano i gemelli Dematteis, Martin e Bernard, Luca Cagnati, Alex Baldaccini, Xavier Chevrier, Alice Gaggi, Valentina Belotti ed Elisa Desco. Gli atleti gareggeranno lungo un circuito con partenza e arrivo in via San Giovanni. I corridori della categoria assoluta maschile percorreranno 11,5 chilometri e un dislivello di 870 metri . Alice Gaggi, campionessa mondiale 2013, che ha già provato il percorso, lo ha descritto così: «È molto bello, una vera corsa in montagna con sentieri, salite, discese, scalini e pezzi tecnici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA