Bertolini e Patriarca esultano «Felici per la scelta di Arianna»
Il presidente del Coni Giovanni Malagò sceglie Arianna Fontana come portabandiera (Foto by Foto Coni-Gmt)

Bertolini e Patriarca esultano «Felici per la scelta di Arianna»

Le due olimpioniche della ritmica applaudono la portabandiera. «Fontana rappresenta gli azzurri: un immenso onore per tutta la Valtellina»

È fresco nella memoria di Veronica Bertolini e Camilla Patriarca il ricordo della partecipazione alle Olimpiadi di Rio dell’agosto 2016. Le due ginnaste hanno portato la Valtellina ai Giochi estivi dei cinque cerchi dopo quasi mezzo secolo di assenza. La notizia della scelta di Arianna Fontana come portabandiera per le Olimpiadi invernali in Corea è accolta, dalle due campionesse della ritmica, con molto entusiasmo.

«Sono davvero felice per lei: se lo merita - spiega Bertolini che ha compiuto 22 anni lo scorso 19 ottobre -. Sono orgogliosa di averla conosciuta e che sia lei a far da portabandiera: non vedo l’ora di seguire le Olimpiadi e tifare per i nostri italiani». Patriarca, che dopo Rio ha chiuso con l’agonismo e ha intrapreso la carriera di allenatrice e di commentatrice televisiva per la ritmica ha appreso la notizia dai giornali.

«Sono davvero contenta per Arianna, se lo merita tutto dopo i numerosissimi traguardi raggiunti e tutte le medaglie vinte portando in alto la bandiera tricolore - dice l’ardennese -. Vorrei farle un grandissimo in bocca al lupo per questa Olimpiade:è un’emozione difficile da dimenticare e lei lo sa bene». Per Patriarca la sua partecipazione e quella dell’amica Bertolini a Rio e la scelta di Fontana sono segnali di grande ripresa dello sport in Valtellina.

«Sono molti i talenti emersi nella nostra valle e molti quelli che continuano a emergere, e di questo bisogna essere fieri -dice -. Spero che piano piano possano emergere anche quelle società che fanno parte degli sport minori, come il mio ad esempio, che da poco sono nate in Valtellina e che stanno lottando per riuscire a far parlare di sé». Bertolini è orgogliosa della scelta della campionessa di short track a rappresentare tutto il movimento sportivo italiano. «È un immenso onore per la Valtellina avere la portabandiera alla sfilata di apertura delle Olimpiadi invernali» il pensiero della talamonese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA