Bagioli, terzo Mondiale: «Sono pronto»

Ciclismo. «Sto bene, qui c’è una bellissima atmosfera». Il ventitreenne malenco in pole con Bettiol e Trentin. «Mi piace il percorso, decisivo lo strappo del circuito»

Bagioli, terzo Mondiale: «Sono pronto»
Andrea Bagioli vince l’ultima tappa del Giro di Catalunya, era lo scorso marzo

Il terzo Mondiale consecutivo ad appena 23 anni: Andrea Bagioli è lanciatissimo.

L’appuntamento davanti alla televisione per i suoi tantissimi sostenitori, è fissato per le prime ore di domenica mattina così da avere modo di seguire le immagini della prova in linea del campionato del mondo di ciclismo su strada per i professionisti che quest’anno si tiene in Australia, a Wollongong, una delle patrie del rugby per una volta prestata al ciclismo.

Dopo Imola 2020 e Lovanio (Belgio) 2021 corsi a sostegno dei capitani, stavolta lui, Alberto Bettiol e Matteo Trentin sono le punte di diamante di una Nazionale caratterizzata dopo le ultime decisioni comunicate dal commissario tecnico in merito agli 8 titolari (tra i quali c’è anche il comasco Davide Ballerini) e alle 2 riserve.

«Sto bene e sono reduce da un bel carico di lavoro di 3 giorni svolto fino ad oggi (l’altro pomeriggio in Australia, ndr) poi abbiamo riposato perché fuori sta piovendo – ha raccontato Andrea - , in questi giorni di avvicinamento alla prova di domenica in squadra si è creata una bella atmosfera, andiamo tutti d’accordo e ci si diverte pure».

© RIPRODUZIONE RISERVATA