Ayuso imperatore,   Piganzoli protagonista
Lo spagnolo Juan Ayuso ha vinto ieri la tappa Sondrio-Lago Campo Moro

Ayuso imperatore,

Piganzoli protagonista

Ciclismo. Lo spagnolo ha messo ancora una volta le cose in chiaro, aggiudicandosi la frazione Sondrio-Campo Moro. Uno spettacolo sulle nostre salite. Il morbegnese al primo anno in categoria, chiude nono. Giovedì tutti ad Aprica

Lo spagnolo Juan Ayuso, classe 2002 ciclista di Alicante, ha messo a segno un altro capolavoro al Giro d’Italia Under 23 firmando con il suo nome la tappa valtellinese partita da Sondrio e arrivata al Lago di Campo Moro ai 2020 metri di altitudine in territorio comunale di Lanzada.

In questa edizione c’è poco da fare per gli altri nel provare a contrastarlo. Atteso già nelle prossime settimane al passaggio nel professionismo con l’Uae Emirates, tappa dopo tappa lo spagnolo appare sempre più come il vero padrone assoluto di questa edizione della corsa rosa che terminerà domenica a Castelfranco Veneto.

Nei primi dieci dell’ordine di ieri ha trovato posto un superlativo Piganzoli. Il morbegnese ha chiuso nono all’arrivo con circa due minuti di ritardo da Ayuso.

Giovedì si ripartirà da Aprica (tappa da 115,5 km. e 2300 metri di dislivello), dove il Giro Under 23 è di casa e ha assicurato spettacolo nel 2019 e nel 2020 con due arrivi di tappa e le belle vittorie, rispettivamente, del colombiano Alba e del britannico Pidcock.

Tutti i dettagli e tante altre foto, negli ampi servizi della pagina speciale dedicata al Giro d’Italia Under 23, su “La Provincia di Sondrio” in edicola giovedì 10 giugno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA