Antonioli e Prandi   si riprendono le cime
Un passaggio in quota di Robert Antonioli e Andrea Prandi

Antonioli e Prandi

si riprendono le cime

Sky running. Trentacinque chilometri e quattromila metri di dislivello complessivo sulle tredici montagne di casa. In 6 ore 52 minuti e 56 secondi, la super coppia quasi un’ora meglio dei “Crazy boys” William Boffelli e Gil Pintarelli

The Boss is back. Robert Antonioli si è ripreso il record delle 13 cime.

Il primato dei Crazy boys William Boffelli – Gil Pintarelli è durato solo pochi giorni. L’alpino di Valfurva 3 volte vincitore della coppa del mondo Ismf, affiancato da Andrea Prandi, di Bormio, uno dei giovani talenti più interessati del panorama nazionale in ambito scialpinistico, si è ripreso ciò che gli apparteneva stampando un incredibile 6h52’56”.

Partenza e arrivo a Santa Caterina Valfurva. In quota una traversata emozionante, dal Pizzo Tresero, passando tra gli altri per San Matteo, Monte Giumella, Punta Cadini, Rocca Santa Caterina, Cima di Pejo, Punta Linke, il Monte Vioz, il Palon de La Mare, il Monte Rosole, il Cevedale e il Col Pasquale. Partiti alle 3.00 di notte da Santa Caterina Valfurva, hanno inanellato con decisione la serie delle vette che li attendevano scavando subito un vantaggio decisivo sulla tabella di marcia prefissata.

Tutti i dettagli e altre foto, nell’ampio servizio su “La Provincia di Sondrio” e “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 13 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA