Ancora una goleada. Questo Sondrio promette proprio bene
Sondrio in attacco per tutti i 90 minuti sul campo di Dervio (Foto by foto Sandonini)

Ancora una goleada. Questo Sondrio promette proprio bene

A Dervio si impone per 7-0. Mister Colombo non nasconde la soddisfazione. «Contento non per il punteggio ma per il gioco»

Un successo rotondo per 7-0 del Sondrio a Dervio, nell’amichevole contro la ColicoDerviese di mercoledì sera. Un dominio incontrastato dei biancazzurri che hanno fatto vedere una differenza ancor più grande di quella di una sola categoria (i lecchesi affronteranno la Promozione) che separa le due formazioni.

Per il quarto test pre-campionato, mister Luca Colombo manda in campo Lassi tra i pali; Idrissi a destra e Frigerio a sinistra, esterni bassi; Balzo (che ha recuperato dai problemi alla spalla) e Fiorina al centro della difesa. A centrocampo con Di Cesare tenuto a riposo, in maniera precauzionale per una lieve distorsione a una caviglia rimediata in allenamento, tocca a Baltrigo giocare dal primo minuto con Ronzoni e Valtulina. In attacco tridente con al centro Della Cristina (Zenga parte dalla panchina) e Fascendini e Pontiggia. La ColicoDerviese dei tanti ex risponde con Ghislanzoni, Carganico, Mauri, Ciapusci, Mattia Bertani, Scotti, Romano, Nava, Mattaboni, Orio e Raviotta.

Dopo una fase di studio, al quarto d’ora il Sondrio passa in vantaggio grazie al primo gol stagionale di Della Cristina. Subita la rete, i lecchesi non riescono a reagire e 4’ dopo Valtulina è freddo a insaccare dal dischetto per il raddoppio. Il 3-0 arriva alla mezz’ora con Fascendini. Della Cristina fa la doppietta personale nel finale della prima frazione. Nella ripresa i cambi di mister Colombo:entrano Lassi, Zenga, Martinelli, Speziale e il classe 2000 Cola; escono Foppoli, Idrissi, Fascendini, Balzo e Baltrigo. I biancazzurri non si fermano e mettono a referto ancora tre gol.

Al quarto d’ora arriva il bis di Valtulina che poco dopo lascia il posto a un altro classe 2000, De Bianchi. Centottanta secondi dopo Zenga va a segno, su rigore, per il 6-0. Chiude le marcature, in zona Cesarini, la perfetta punizione di Speziale.

«Sono soddisfatto per l’atteggiamento tenuto dai ragazzi - il pensiero di mister Colombo -.Non dobbiamo pensare al punteggio, ma al gioco espresso in campo. Siamo ad agosto e le amichevoli, seppure diano delle indicazioni, non contano molto. Dobbiamo lavorare con umiltà, durante gli allenamenti, per farci trovare pronti per l’avvio del campionato».

Anche a Dervio il Sondrio ha mantenuto la porta imbattuta: nelle quattro amichevoli ha preso due gol (e tra l’altro su punizione e rigore) solo dal Seregno. Se l’attacco gira a mille (sedici reti messe a referto) la difesa non è da meno.

«Non potrebbe essere altrimenti visto che in panchina ci siamo io e Cello (Bazzi, ndr) che abbiamo fatto i difensori centrali -la battuta di mister Colombo -. In realtà se non prendi gol il merito è di tutta la squadra. Ovviamente è un dato che mi fa piacere:dobbiamo continuare in questo modo».

Il tecnico biancazzurro è contento e orgoglioso dei comportamento dei giovani che ha portato in prima squadra. «Alcuni li alleno da quattro anni e possono diventare utili e fare bene. Queste uscite -conclude - sono importanti per fargli fare esperienza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA