A Verona per vedere Ronaldo  Invito dell’As Sondalo ai ragazzi
Alcuni dei giovani valtellinesi protagonisti di una delle trasferte organizzate a Verona dall’As Sondalo

A Verona per vedere Ronaldo

Invito dell’As Sondalo ai ragazzi

Grazie all’affiliazione con il Chievo, il sodalizio organizza la trasferta per il 18 agosto con i giovani a bordocampo nel prepartita

Nel giorno destinato a essere impresso nella storia del calcio italiano ci saranno anche loro. Si tratta di un folto gruppo di ragazzi valtellinesi che in queste ore stanno aderendo numerosi all’apprezzabile iniziativa dell’Associazione Sportiva Sondalo. Sabato 18 agosto alle 18 allo stadio Bentegodi di Verona la prima partita del campionato di serie A 2018-2019 sarà quella che vedrà opposti i padroni di casa del Chievo Verona alla Juventus campione d’Italia.

Oltre a rappresentare il debutto della stagione del massimo torneo, il confronto vedrà esibirsi per la prima volta nel nostro campionato Cristiano Ronaldo, 33 anni di Funchal in Portogallo, considerato con Lionel Messi il più forte giocatore al mondo. A osservare da bordo campo il fuoriclasse acquistato dalla Juventus direttamente dal Real Madrid ci saranno centinaia di ragazzini. Questa la previsione almeno alla luce di quanto accaduto nelle trasferte precedenti proposte dal sodalizio sondalino guidato dal 2014 da Bruno Parolo.

Se per la partita Chievo-Inter furono numerosi i ragazzi che avevano aderito alla trasferta, lo scorso anno per la sfida con la Juve furono in 250 a spostarsi dalla Valtellina alla città scaligera. «Tutto nasce dall’affiliazione con il Chievo avvenuta per la nostra società sei anni fa - racconta proprio il presidente Parolo -. Grazie a questo accordo, possiamo vivere esperienze davvero importanti per i nostri giovani». Ancora aperte le iscrizioni all’iniziativa del 18 agosto, con alcuni posti che restano disponibili. Il costo è di 55 euro senza pullman e 75 con il pullman.

Potranno partecipare giovani di tutta la provincia con età non superiore ai 16 anni, accompagnati da un genitore. Per i ragazzi che aderiranno però l’esperienza sarà ancora più affascinante, in quanto potranno allenarsi sul campo sintetico all’interno del centro Bottagisio seguiti da tecnici del Chievo, conoscendo giovani anche di altre zone d’Italia.

A seguire potranno pranzare e successivamente si trasferiranno allo stadio Bentegodi, dove affiancati da appositi accompagnatori potranno vedere il riscaldamento delle squadre da bordo campo. Al termine saranno accompagnati sugli spalti nei posti riservati per assistere alla partita insieme ai genitori. Alla conclusione dell’incontro è previsto il rientro in Valtellina. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero telefonico 338/8192963.


© RIPRODUZIONE RISERVATA