A Cantù i bambini mettono il design nel piatto e le sedie diventano... stivali
I disegni realizzati dai bambini a villa Calvi nel laboratorio dedicato al design

A Cantù i bambini mettono il design nel piatto e le sedie diventano... stivali

Laboratori e visite guidate per i piccoli a villa Calvi in occasione del “Festival del legno”

Al “Festival del legno” di Cantù, in corso fino al 14 ottobre, i piccoli si trasformano in designer. E capita allora che la sedia super leggera di Gio Ponti abbia nuova vita e, sposando la Thonet di Michael Thonet, diventi una “superThonet”, o che la cabina di Aldo Rossi, quella stra famosa a strisce verticali, diventi un box doccia e un divano si rinfreschi trasformandosi in una vasca da bagno. E ancora che due sedie intrecciate traslochino dal salotto ai piedi di un cow boy, come stivali da rodeo. «Come la mamma quando vuol cucinare una torta segue una ricetta, così fa il designer, segue un metodo»: Simona Maspero, ideatrice dei laboratori per bambini del”Festival del legno” invita così, con Isabella Livio, gli ospiti dei laboratori organizzati in villa Calvi (via Roma 8, a Cantù, i prossimi il 7 e il 14 ottobre alle 15 e alle 17 www.comune.cantu.co.it) a visitare la mostra “Il progetto è (come) una ricetta”. Una mostra voluta per i piccoli tenendo fede al tema di questa sesta edizione che è “La donna è mobile”. Per i più piccoli, dai 5 anni in su, la possibilità di creare sarà anche il 6 ottobre, alle 17, alla libreria Libooks di via Dante a Cantù con il laboratorio “Se non sei curioso lascia perdere...”, titolo che è una frase del designer Achille Castiglioni (costo 10 euro). Anche qui i bambini partiranno dalle idee per arrivare a ideare un nuovo oggetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA