Sabato 29 Maggio 2010

Apple batte Microsoft
prima per l'hi-tech

Apple è riuscita a scalzare la rivale di sempre, Microsoft, diventando la più grande azienda del mondo nel settore tecnologico. Almeno stando al valore di mercato, perché l'azienda di Bill Gates rimane ancora la numero uno per volume di vendite. Il sorpasso dell'azienda di Cupertino, data per spacciata una decina di anni fa, è avvenuto il 26 maggio quando il titolo Apple, pur chiudendo in ribasso di 1,11 dollari, a 244,11 dollari, ha portato la sua capitalizzazione di mercato a 222 miliardi di dollari.

Il titolo Microsoft, che è calato di 1,06 dollari, pari al 4,1%, a 25,01 dollari, ha terminato con una capitalizzazione di mercato di 219 miliardi di dollari. Ora l'unica società americana con una capitalizzazione di mercato superiore a quella di Apple è il gigante petrolifero Exxon Mobil, con un valore di 279 miliardi di dollari.

A consolare Microsoft rimangono però le vendite: gli ultimi dati sugli utili annuali sono pari a 14,6 miliardi di dollari contro i 5,7 miliardi di Apple. Anche per quanto riguarda il giro di affari annuo Microsoft batte Apple per 58,4 miliardi di dollari contro i 36,5 miliardi.

Il sorpasso è stato possibile grazie agli innovativi prodotti presentati da Apple. Con iPod, iPhone e ora l'ultima creatura, l'iPad, l'azienda di Steve Jobs ha rivoluzionato il modo di usare il computer: lo ha reso estremamente facile e accessibile a chiunque, ha sostituito la tastiera il semplice tocco di un dito e ha reso possibile accedere a internet ovunque. Il grande rilancio dell'azienda è iniziato nel 2001 con l'arrivo sul mercato dell'iPod e la grande popolarità è stata raggiunta nel 2007 con le vendite da record dell'iPhone di cui uscirà il mese prossimo una versione aggiornata.

Con questo telefono multimediale Apple ha portato l'accessibilità a internet outdoor e a provocato un'esplosione di applicazioni scaricabili sul proprio telefono cellulare che permettono la consultazione di mappe, la scelta di ristoranti e altre attività ovunque e con un semplice tocco di dita. Al contrario Microsoft, i cui guadagni derivano soprattutto da sistemi operativi e software (utilizzati ancora da oltre il 90% dei computer nel mondo), sembra fare fatica nel diversificare con successo la propria offerta sul mercato.

Ma l'amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer, succeduto a Bill Gates nel 2000, ha cercato di sminuire il nuovo traguardo di Apple affermando che la propria azienda è pronta a lanciare sul mercato nuovi prodotti di sicuro successo. "Faremo più utili e certamente non c'è altra società tecnologica sul pianeta che guadagna tanto come noi - ha detto Ballmer, aggiungendo - le Borse si preoccuperanno del resto".

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags